La Civica Amministrazione, da sempre sensibile e rispondente alle tematiche culturali, ha aderito, con il Museo Civico Selinuntino di Castelvetrano, alla giornata del 18 maggio, data dedicata alla “Giornata Internazionale dei Musei”.

Il tema dell’edizione 2020, proposto dall’International Council Of Museums, è “Musei per l’eguaglianza: diversità e inclusione”, che pone all’attenzione e alla riflessione di tutta la comunità museale il ruolo sociale degli istituti culturali e le loro potenzialità nell’essere agenti di cambiamento. Le domande di fondo interrogano i musei rispetto a cosa possono fare concretamente al fine di contribuire nel promuovere inclusione, nonché sviluppare valori pluralisti e democratici, costruendo narrazioni condivise e rappresentative.

Il Museo di Castelvetrano, anche in questo difficile momento, cercherà di far emergere soprattutto la sua funzione sociale che, oltre ad essere meramente culturale, vuole dimostrare, o quantomeno ci prova, ad essere un attore di primo piano.

A tal fine si è attuata una collaborazione tra Comune e Progetto S.I.M.P.O.S.I.O (Spazio Interdisciplinare Museale Per Obiettivi Sociali di Inclusione e Orientamento, rispettivamente rappresentatati dalla dott.ssa Serafina Di Rosa e dalla dott.ssa Roberta Denaro) dalla quale è emersa la volontà di prendere a modello le opere realizzate dai giovani partecipanti al “Laboratorio di Narrazione, modellazione e stampa 3D al Museo”,
Il progetto è stato portato avanti in video conferenza, in fase lockdown, con l’auspicio di poter riprodurre gli esemplari nella sala multimediale del Museo, non appena potranno riprendere le attività didattiche in presenza.

Grazie a questa collaborazione virtuosa tra enti pubblici e privati non profit, il Museo di Castelvetrano nella Giornata Internazionale dei Musei, che coincide con quella della riapertura al pubblico dopo la fase di emergenza, dà un segnale di ritorno alla normalità e ancor di più di “riappropriazione di uno spazio significativo per la città”.