primavera integrazione possibile Nei locali dell’ex ECA, restaurati con i fondi europei PO FESR 2007-2013 – Linea di Intervento 6.1.4.1- prenderà il via il Progetto “Primavera – Integrazione Possibile”.

L’idea nasce in risposta all’analisi dei bisogni che emergono in maniera sempre più tangibile in un periodo di non facile transizione, per questo si vuole creare un approccio innovativo all’esperienza umana riguardo il rischio di marginalità sociale delle fasce più deboli quali i diversamente abili e gli extra comunitari che vivono nel nostro territorio.

Attraverso un sistema di rete di servizi, si vuole creare un punto di incontro dove svolgere attività sociali, culturali e ricreative con l’ausilio di personale qualificato e specializzato, mantenendo le caratteristiche di una comunità legata alle proprie culture e tradizioni ma sempre più disponibile all’integrazione sociale.

LABORATORI
– Laboratorio di ceramica e disegno;
– Laboratorio di agronomia;
– Laboratorio di lingue: italiano – arabo – inglese;
– Laboratorio di musico-terapia;
– Laboratorio tecnico-cinematografico.

primavera integrazione possibile castelvetrano

CLICCA QUI per la locandina del seminario

SERVIZI OFFERTI
– Creazione di un punto di ascolto per utenti e famiglie;
– Attività ludico-ricreative con momenti di aggregazione sotto forma di gioco, tecniche di animazione, eventi sonori, canori, mostre, sacre, giochi sportivi, cineforum, video giochi;
– Promozione di rapporti integrati scuole, imprese, mercato del lavoro, AUSL, strutture esistenti nel territorio..;
– Attivazione di percorsi assistenziali integrati.

OBIETTIVI – FINALITA’
– Favorire l’integrazione attraverso punti di incontri con assistenti sociali, psicologi ed esperti, allo scopo di creare occasioni per lo sviluppo delle capacità attitudinali dei giovani utenti;
– Promuovere attività, attraverso laboratori mirati, al fine di contribuire all’inserimento attivo degli utenti nel più generale sviluppo della comunità;
– Potenziare e coinvolgere tutte le strutture presenti nel territorio quali: consultori, punti di ascolto, centri di mediazione familiare, centri di informazione in favore di famiglie, al fine far conoscere e migliorare i servizi che hanno l’obiettivo di supportare la persona in stato di bisogno o di emarginazione, mediante percorsi assistenziali integrati;
– Organizzare incontri, che coinvolgano i soggetti interessati e le rispettive famiglie, al fine di contribuire all’inserimento attivo nella vita sociale e nel mondo del lavoro, attraverso l’attivazione di tavole di concertazione sul disagio scolastico con l’intervento dei servizi sanitari, dei servizi sociali del comune e delle istituzioni scolastiche del territorio..

Foto locali ex-ECA

castelvetrano ex eca 2

castelvetrano ex eca