E’ di qualche giorno la notizia della scomparsa di un giovane castelvetranese, Vito Inchiappa, che all’età di 34 anni è venuto a mancare a causa di un infarto che lo ha colto nel sonno. La famiglia ha deciso per l’espianto delle cornee. Vito aiuterà, anche dopo la sua scomparsa, altre persone come ha sempre fatto nella vita.Vito si era trasferito in un paesino in provincia di Padova un anno e mezzo fa, dove inizialmente abitava la sorella Giusy. Aveva subito trovato un lavoro che però ha dovuto interrompere a causa di un infortunio.

Attualmente, Vito viveva con la fidanzata Giovanna ed era sempre stato un punto di riferimento per la sorella Giusy e la mamma Maria. Vito era conosciuto a Castelvetrano come un ragazzo particolarmente disponibile ed educato. Per anni ha lavorato a Triscina di Selinunte, prima presso il lido “Holiday” e successivamente presso il “Club Rais”.

Il cognato Vincenzo distrutto dal dolore non si da pace: “Per me è come aver perso un fratello. Amava il mare e amava pescare. Era un giovane davvero pieno di vita”. Gli amici lo ricordano come “il capitano di una nave che non sarebbe mai affondata”.

Venerdì 20 dicembre, alle ore 19:30 un corteo muoverà dall’abitazione della famiglia di Vito in Via Federico II Di Svevia, 10 fino al Convento dei Frati Minori Cappuccini di Castelvetrano dove sabato mattina alle ore 10:00 saranno celebrati i funerali.