Si è spento oggi Francesco Paolo Drago, “Capo Mugnaio” della storica azienda “Molini del Ponte” di Castelvetrano. Stimato imprenditore e punto di riferimento per figli e nipoti che lo hanno accompagnato nei momenti più delicati della sua lunga e felice vita.

Avrebbe compiuto 89 anni il prossimo mese di settembre e nonostante i problemi di salute passava quasi ogni mattina presso l’azienda, difficile non accorgersi di lui passando dalla Via Parini. Sempre pronto a scambiare una battuta e consigliare la farina giusta per pasta o dolci.

Il figlio Filippo che ha rilevato l’azienda nel 1992 in una intervista per un noto quotidiano nazionale racconta che quando suo padre disse al nonno, commerciante di alimentari con un servizio di trasporti, di costruire un mulino a Castelvetrano per evitare di rifornirsi a Palermo, il nonno accettò e fece costruire una struttura all’avanguardia.

Tre piani in cemento armato che furono capaci di resistere al sisma del ’68 che distrusse il Belice. Da subito la produzione è stata buona, facendo le farine classiche raffinate con le macchine moderne, quelle che facevano tutti. Unica eccezione una piccola richiesta di molitura a pietra che a Castelvetrano resisteva per ottenere la farina di tumminia, necessaria per la produzione del tradizionale pane nero. “Mio padre – racconta Filippo Drago – non ha mai smesso di produrre quella farina

La celebrazione delle esequie è fissata per domani, giovedì 14 giungo, alle 16:00 presso la Chiesa Madre di Castelvetrano.