Si sono svolti ieri, presso la parrocchia di Santa Lucia, i funerali di Vincenzo Ferrantello, stimato musicista di Castelvetrano che ha perso la vita lo scorso 15 agosto all’età di 73 anni.

Ferrantello era un ottimo trombettista e ha fatto parte di gruppi storici musicali di Castelvetrano, della banda musicale “G.Verdi” di Castelvetrano, della quale è stato anche capo banda, e della banda della croce rossa di Menfi diretta dal maestro Michele Raia. Negli ultimi anni ha fatto parte della banda “F.Mangiaracina” di Castelvetrano.

Durante la celebrazione delle esequie, alla quale ha presenziato una delegazione della Croce Rossa, un nutrito gruppo di musicisti colleghi e amici, hanno accolto e poi salutato il feretro con le note di una marcia sinfonica.

Il momento più toccante della celebrazione – ci raccolta Angela Leone – è stato quando un trombettista ha intonato il “silenzio” in quel momento non si udiva nessun altro suono, i presenti sembravano trattenere il respiro. Forte è stata la commozione di parenti e amici.

In paradiso mancava un bravo trombettista, lui adesso liberato da un corpo malato ci guarda da lassù suonando la sua tromba.

Mio padre Francesco Leone, grande amico e collega musicista, mi racconta un aneddoto: si trovavano a Roma con la banda della croce rossa, alla fine di un concerto il comandante generale della croce rossa italiana si avvicinò alle fila della banda per congratularsi personalmente con questo grande trombettista per i suoi “soli”.

Al più presto verrà organizzato un concerto da parte della banda della “Croce Rossa Italiana” per omaggiarlo e rendergli un’onorificenza.