momenti di dolcezza nel territorio belicinoSi è svolta ieri mattina nei locali dell’Istituto Professionale per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera “V.Titone” di Castelvetrano, la gara di desserts rivolta agli studenti del triennio, dal titolo “Momenti di dolcezza nel territorio belicino”, contestualmente alla 12a edizione di “Un dolce per Giusy – disciplina flambage, il Memorial in onore della studentessa Giusy Stassi, deceduta in un incidente stradale, che ogni anno coinvolge la famiglia Stassi.

Due le giurie, una tecnica e una gustativa, sia per i 12 concorrenti al concorso flambage sia per gli 8 partecipanti al concorso sui desserts composte da docenti del settore, tecnici, esperti pasticceri e anche noi di Tirabusciò. In entrambe le competizioni gli studenti, di cultura anche araba, hanno dimostrato dimestichezza degli strumenti e la padronanza delle differenti tecniche usate nella pasticceria. Le materie prime utilizzate sono state principalmente frutta di stagione, come le fragole e le fragoline di Ribera, tipicità di Sicilia come mandorle amare e limoni. Materie prime del nostro territorio come la farina di Tumminia, pezzo forte della zona del trapanese, generalmente utilizzato come farina di tipo zero (e non 00) che ha dato vita ad una sofficissima tortina, vastedda del Belìce in alternativa al formaggio morbido per la cheescake, semifreddo ormai adorato anche dal pubblico italiano e vino al piatto.

I criteri di valutazione hanno riguardato gli aspetti visivi, quindi, la presentazione e la disposizione degli elementi, gli aspetti cromatici ed estetici, il gusto nel complesso. Di livello tutte le preparazioni, talune accompagnate da riferimenti storici interessanti e puntuali, equilibrate nelle varie componenti gustative e sotto l’aspetto decorativo, le quali hanno reso il lavoro dei giudici parecchio arduo.

Il vincitore, a cui vanno i nostri complimenti, è stato Emanuele Cascio, studente del quinto anno, con il dessert “Trionfo di Fragole e Fragoline su letto di pistacchio e nuvola di zucchero filato” (in foto) il quale ha mostrato abilità nella commistione di differenti tecniche ottenendo una delizia degna dell’alta pasticceria. I nostri ringraziamenti vanno al Dirigente Scolastico Rosa Alba Montoleone, al Professore Michele Ciaccio, allo Chef Paolo Bonanno, al responsabile dell’accoglienza Luigi Bonanno e a tutti i Docenti coinvolti.

di ROSAURA DI CARO
per teleradiosciacca