Anche quest’anno, in collaborazione con il “Teatro Selinus” di Castelvetrano e il “Teatro Libero” di Palermo, l’Istituto Comprensivo “Capuana-Pardo” propone agli alunni la possibilità di assistere ad alcuni spettacoli teatrali, ideati e adattati in base alle diverse fasce di età.

Ogni classe dell’istituto potrà assistere a tre rappresentazioni presso il “Teatro Selinus” di Castelvetrano.
In data 13 novembre è andato in scena “Il lupo sentimentale” per le classi terze, quarte e quinte della scuola primaria; in data 14 novembre è stato riproposto alle classi prime della scuola secondaria e il 16 novembre sarà visto dalle classi seconde della scuola secondaria.

Lo spettacolo spinge a riflettere sulla difficoltà del percorso di maturazione dell’individuo, spesso
influenzato dal pregiudizio e dai condizionamenti esterni, ma che può liberarsi attraverso la propria ragione e il proprio istinto.
A dicembre si potrà assistere a “Cuore di Pane”, uno spettacolo sensoriale e poetico, proposto per le classi di scuola dell’infanzia e le classi prime e seconde della scuola primaria. Le stesse classi, a febbraio, si recheranno a vedere “Jack e il fagiolo magico”, una fiaba incentrata sulla caparbietà che porta a vincere le paure e a realizzare i propri desideri.

La scuola dell’infanzia, nel mese di marzo, assisterà anche a “Pippi Calzelunghe”, una storia divertente, tratta dal genio di Astrid Lindgren, e con una scenografia coloratissima.
A gennaio, invece, esclusivamente per il pubblico delle classi terze della scuola secondaria, verrà proposto “Prof!”, l’amaro racconto di un professore che analizza le proprie passioni, la scuola e gli studenti in seguito ad una decisione presa dal Ministero della Giustizia.

Ad aprile, per le classi terze, quarte e quinte della scuola primaria e per tutte le classi della secondaria, sarà rappresentato “Il Cavaliere Inesistente”, capolavoro della letteratura italiana contemporanea, ricco di contraddizioni e buoni propositi, di avventure e impedimenti.

A maggio, le classi prime e seconde della scuola primaria vedranno “Il Piccolo Violino”, una storia sulla ricerca della felicità, mentre le classi terze, quarte e quinte della primaria e le classi della secondaria assisteranno ad “Amici diversi”, che sarà spunto di analisi e riflessione sulla diversità culturale, sulla tolleranza, l’accoglienza e l’interculturalità.

Attraverso questo potentissimo mezzo di comunicazione e questa dirompente forma artistica, gli alunni saranno quindi sensibilizzati nei confronti di tematiche di vario interesse e scopriranno il valore del teatro inteso come punto di incontro di mondi fissi e mutevoli, come capacità di trasformazione e di interpretazione, come espressione di personaggi che prendono vita a pochi passi dallo spettatore.