“La natura prevede che per mettere al mondo un figlio siano necessari un uomo e una donna ed entrambi, diventati papà e mamma, hanno un ruolo fondamentale e ben preciso nell’educazione del figlio” Questo ha dichiarato Elena Di Pietra, Presidente del Circolo del Popolo della Famiglia di Castelvetrano, in vista della pronuncia della Consulta sulle norme che attualmente impediscono a due persone dello stesso sesso di essere dichiarate entrambi madri o padri dello stesso figlio.
Nella giornata di oggi, infatti, la Corte Costituzionale si esprimerà sulla vicenda di una coppia di donne, una italiana e una statunitense, che in Danimarca hanno fatto ricorso alla fecondazione eterologa e ora chiedono allo Stato italiano di essere riconosciute entrambe madri del figlio partorito in Italia da una delle due.

“La genitorialità – ha continuato Di Pietra – non riguarda le intenzioni degli adulti ma i diritti dei bambini e, se la Consulta legittimerà la pretesa di queste due donne, si aprirà una finestra pericolosa che potrebbe giustificare il pensiero alla base delle orribili vicende di Bibbiano.
Mi auguro – ha concluso – che i giudici non aderiscano a false ideologie dai risvolti devastanti ma riaffermino senza mezzi termini il diritto dei bambini ad avere una mamma e un papa!”

Comunicato Stampa – Circolo Il Popolo della Famiglia di Castelvetrano