Per l’illuminazione pubblica e la fornitura di energia elettrica l’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Enzo Alfano, ha messo a posto i debiti per il 2018 e il 2019. A conti fatti il Comune risparmierà quasi 290 mila euro. Il dato viene fuori dalle due delibere che la Giunta municipale ha approvato (assente alla seduta l’assessore Maurizio Oddo).

La prima riguarda i debiti con “Enel Energia” per la fornitura elettrica negli edifici comunali. La società, per il 2018 e il 2019, avanzava dal Comune 752.367,17 euro e, intanto, ha ceduto il credito alla “Polluce Spe”. È con quest’ultima azienda che il Comune ha definito un accordo di regolazione del debito. L’ente locale da questo ne ha tratto vantaggi: non pagherà gli interessi di 34.343.22, dal totale dovuto (752.367,17) beneficerà di un taglio di 74.761,22 euro e il debito lo potrà estinguere a rate senza avere applicati gli interessi.

Il Comune, altresì, ha regolato i conti anche con la “City Green Light”, la società che si occupa dell’illuminazione pubblica di proprietà comunale. Per due anni, 2018 e 2019, l’ente locale deve alla società 1.394.700,59 euro. Con la seconda delibera approvata dall’Amministrazione comunale si è raggiunto un accordo tra Comune e “Banca Sistema Spa” (società alla quale, intanto, “City Green Light” ha ceduto il credito). Anche per l’ok a questo piano di rientro il Comune ne trarrà vantaggi: non pagherà 66.352 euro di interessi di mora e sull’intero importo (1.394.700,59) ha ottenuto una riduzione di 114.357,34 euro. Altresì, sul pagamento delle rate del dovuto, non verranno applicati gli interessi. Per il piano di rientro del debito con la “City Green Light” il Comune ha già liquidato le prime due rate di 201.353,40 euro e 200 mila euro.