comune di castelvetranoPerso dall’Amministrazione comunale il finanziamento di ben otto progetti per azioni di sostegno alla produzione pubblica di energie da fonti rinnovabili, per un importo complessivo di € 3.488.000,00, proprio in un momento in cui i Comuni, attraverso i finanziamenti europei, colgono grandi opportunità di sviluppo.

Questo l’epilogo, durante l’ultimo consiglio comunale, all’interrogazione presentata dalle opposizioni, per nulla soddisfatte della articolata quanto vuota e muta risposta fornita dall’amministrazione, in un clima di scontro con la maggioranza che continua a sottrarsi al confronto all’interno della massima assemblea civica.

Non vedremo lo smaltimento dell’amianto che si trova sui tetti di cinque padiglioni del centro fieristico SAICA, non vedremo la realizzazione di impianti fotovoltaici presso la Casa dei Giovani, il campo di bocce, la palestra e l’ex Tribunale, non vedremo la realizzazione di un impianto microeolico in Contrada Canalotto.

La colpa, come ormai è solito fare questa Amministrazione, viene scaricata su altri ma palesemente le responsabilità, di tipo politico, di pessima programmazione e organizzazione, non possono che ricadere su chi amministra questa nostra Città: le responsabilità di un’amministrazione e di un Sindaco che non riescono più a gestire la macchina amministrativa perché persi, o troppo impegnati, nelle beghe di palazzo, nel girotondo delle poltrone e nell’utilizzo di denaro pubblico per iniziative di corto respiro.
Ancora una volta agli annunci non seguono i fatti: sarebbe stato intellettualmente onesto che così come questo Sindaco si intesta i progetti che possono creare beneficio alla cittadinanza allo stesso modo renda pubblicamente conto del fallimento della propria azione politico/amministrativa.

I consiglieri comunali
Giuseppe Curiale (gruppo misto)
Pasquale Calamia e Monica Di Bella (PD)
Luciano Perricone e Gaetano Accardo (CDU)
Maurizio Piazza e Francesco Bonsignore (Città Nuova)