Un’attività interforze si è svolta questa mattina a Castelvetrano su disposizione della Prefettura di Trapani. Circa 70 migranti sono stati fatti sgomberare da un locale nei pressi di un ex cementificio nel territorio della città, al confine con il territorio di Campobello di Mazara.

I giovani extracomunitari sarebbero state trasferiti presso attendamento temporaneo installato, negli scorsi giorni, a Campobello di Mazara dai Volontari CRI di Castelvetrano con il supporto del NPI Sicilia. L’attività dei volontari, in accordo con Prefettura e Amministrazione Comunale, è stata portata avanti appunto per dare un dignitoso ricovero e prima assistenza ai lavoratori stagionali extracomunitari che sono potenzialmente i più esposti al fenomeno del caporalato.