Avuta la conferma che Castelvetrano è ufficialmente fuori il “Giro d’Italia”, ora il sindaco Enzo Alfano ha lanciato un appello al Presidente della Regione, Nello Musumeci, «per un’attenzione benevola e istituzionale» alla questione. Il primo cittadino stamattina ha partecipato a una videoconferenza col Prefetto e gli altri sindaci interessati dal “Giro d’Italia” in provincia e, sempre secondo quanto avrebbe appreso Alfano, il passaggio nella sua città sarebbe stato annullato, a favore di Partanna. Particolare questo anche confermato, sempre in videoconferenza, da un responsabile della carovana rosa.

È innegabile dire che il sindaco Enzo Alfano c’è rimasto male: «Si tratta di un’incresciosa decisione che offende e umilia, ancora una volta, questa comunità che, in pochi anni, ha subito lo scioglimento per mafia e il conseguente dissesto finanziario».

Alfano prende le difese degli operatori turistici: «Dopo la situazione emergenziale da Covid-19, ora devono giustificare ai loro ospiti e alle agenzie del perché è venuta a mancare il “Giro d’Italia”», dice il sindaco.

L’esclusione di Castelvetrano dall’itinerario del “Giro d’Italia” per il sindaco è un «torto», che si aggiunge al declassamento dell’ospedale, alla mancata costituzione del Comitato tecnico-scientifico del Parco archeologico di Selinunte, alla mancata apertura dell’ingresso di Triscina del Parco. Da qui l’appello accorato a Musumeci per intervenire, laddove possibile, nel chiedere una modifica del percorso e rimettere dentro l’itinerario la città di Castelvetrano.