ASCOLTA L'ARTICOLO

Lunedì sera, nella splendida cornice del Baglio Florio, all’interno del Parco Archeologico di Selinunte, si è conclusa la 1ª edizione del Premio “Selinus – Eccellenze Castelvetranesi” 2022.

Alla presenza del Sindaco Enzo Alfano, del direttore del Parco Felice Crescente, del vice sindaco Filippo Foscari e dell’assessore Graziella Zizzo, si è assistito alla seconda serata del premio, fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale di Castelvetrano, con la volontà di omaggiare, con un’onorificenza, le personalità che rappresentano delle eccellenze del nostro territorio e che portano lustro alla città.

A ricevere il trofeo, raffigurante il portale del teatro Selinus, emblema dell’arte e della cultura Castelvetranese, dopo l’attore Giancarlo Commare, è stato Fabrizio Ferracane, vincitore del Nastro d’argento come migliore attore non protagonista, per la sua magistrale interpretazione di Pippo Calò, nel film di Marco Bellocchio, «Il traditore».

L’evento, condotto dall’assessore Graziella Zizzo, ha regalato tante emozioni al pubblico, estasiato da un dialogo volto a conoscere il percorso di vita e di formazione artistica dell’attore. Ferracane ha regalato ai presenti, un momento di recitazione dal vivo, riguardante un celebre passo dell'”Amleto” di Shakespeare. Ad impreziosire l’incontro, la proiezione di frammenti di film, due cortometraggi, di cui uno in prima assoluta, e diversi video che hanno contribuito a ricostruire il percorso dell’attore.

“Sono particolarmente orgoglioso – dichiara il Sindaco Alfano – del Premio Selinus e delle due serate animate da due attori molto famosi, originari di Castelvetrano, come Giancarlo Commare e Fabrizio Ferracane. Quest’ultimo, proprio ieri sera, ci ha onorato della sua presenza in questa prima edizione del Premio.

Sono convinto che, per poter dare un impulso di crescita ad una comunità, sia necessario dare riconoscimento ai cittadini che si distinguono per il loro lavoro, l’arte e la cultura. Rappresentano una sorta di ambasciatori del nostro territorio, che mantengono alto il nome della città. Castelvetrano è una fucina di talenti.

Sono felice – conclude il Sindaco – per l’apprezzamento e il riscontro ricevuto dal premio Selinus, che sarà certamente istituzionalizzato e ripetuto nei prossimi anni. Un particolare ringraziamento va all’assessore Graziella Zizzo, che con la sua preparazione e con sensibilità, ha condotto la serata, intrattenendo piacevolmente il pubblico.”

“Castelvetrano ha una grande tradizione culturale ed artistica. È nostro dovere mantenerla e valorizzarla. – precisa l’assessore Graziella Zizzo- La I^ edizione del “Premio Selinus ” ha avuto ospiti di alto spessore artistico ed umano, che hanno condiviso con noi le loro esperienze, i loro pensieri, le loro storie, le loro vittorie, i grandi traguardi raggiunti.

Queste premiazioni non vogliono avere solo un valore celebrativo, ma rientrano in un Progetto che come l’Amministrazione stiamo portando avanti, il cui obiettivo prioritario è la valorizzazione delle tantissime risorse naturalistiche, archeologiche, storiche, artistiche, oltre che umane, di cui la nostra realtà è ricchissima.

Valorizzare vuol dire, non solo fare delle proprie risorse volano economico, – continua l’assessore – ma anche mettere in atto un cambiamento culturale: cambiare lo sguardo con cui guardiamo alla realtà in cui viviamo, liberarci di quell’atteggiamento negativo, polemico, distruttivo che ci caratterizza.

Ritengo che bisogna promuovere e valorizzare queste iniziative che rappresentano un’attrattiva, non solo per i turisti, ma anche per l’intera cittadinanza: sono la prova di un processo di risveglio della comunità di cui abbiamo primario bisogno. – conclude l’assessore- Voglio ringraziare l’ente Parco per la disponibilità della location, e due aziende del territorio, Conad e Visual, che hanno permesso la realizzazione dell’evento.”

AUTORE.