Comunicato Stampa – Partito Democratico Castelvetrano – Nuovo incontro del PARTITO DEMOCRATICO di Castelvetrano con la Commissione Straordinaria, avvenuto lo scorso 04 luglio, per proseguire l’avviato confronto sulle problematiche della Città e offrire, in un’ottica di reciproco scambio di opinioni programmatiche, soluzioni per la gestione dell’Ente comunale.

Non potevano da subito che chiedere notizie sullo stato delle casse comunali e sulla imminente approvazione del bilancio di previsione 2018: apprendiamo che a seguito dell’azzeramento dei residui di bilancio attivi e passivi, come chiesto dalla Corte dei Conti, il Comune è in disavanzo per 25 milioni di euro che la Commissione spera di poter “spalmare” in 26 anni nei prossimi anni per evitare il dissesto.

I Commissari riferiscono, comunque, di avere apportato dei correttivi alla macchina amministrativa (es. soppressione delle dirigenze) che comporteranno un risparmio di spesa corrente, utile anche alla stabilizzazione del personale precario. Tuttavia, attesa la grossa fetta di evasione fiscale che ancora persiste, dovranno probabilmente intraprendere ogni azione utile per il recupero coattivo dei crediti avanzati dall’Ente ove i contribuenti persistano nel mancato pagamento delle imposte comunali, fermi restando i dovuti distinguo per i casi di provate difficoltà economiche del nucleo familiare. Il principio “pagare tutti per pagare di meno” è da sempre da noi sostenuto.

Persiste la problematica legata alla raccolta e conferimento dei rifuti: ancora in questi giorni le strade della Città e delle borgate sono costeggiate da cumuli di spazzatura che con la normale raccolta non si riesce a smaltire. Ancora in questi giorni il Comune non ha potuto conferire presso la discarica di Trapani-Borranea ed è plausibile che l’emergenza persista in attesa di una soluzione da parte della Regione che tarda ad arrivare ma che, al contrario, sembrerebbe scaricare sui Comuni la risoluzione del problema.

Ci siamo resi disponibili ed in tempi brevissimi attiveremo la nostra rappresentanza all’ARS per sostenere la possibilità di utilizzo del Polo tecnologico di C.da Airone da parte del Comune di Castelvetrano come centro reccolta e compostaggio, riportandolo alla sua funzione originaria. Soluzione che, affiancata ad una efficace raccolta differenziata potrebbe risolvere in via definitiva il problema della raccolta e smaltimento dei rifiuti nel nostro territorio.
Anche per questo, abbiamo evidenziato come sarebbe opportuno incentivare la raccolta differenziata, anche, ove necessario, promuovendo delle giornate di raccolta straordinaria dei rifiuti differenziati, anche per incentivare la differenziazione dei rifiuti ed informare i cittadini sui materiali riciclabili e sul come differenziare.
Apprendiamo con soddisfazione l’interessamento del Commissario Caccamo, il quale a sua volta ha interessato il Prefetto, sulla nostra proposta di riutilizzo dei locali del CEDI, Centro Distribuzione (già del Gruppo 6 GDO oggi dell’Agenzia dei beni confiscati alla mafia) quale mercato del fresco, mercato agroalimentare all’ingrosso per l’intero comprensorio del Belice gestito direttamente dal Comune (ad esempio dei mercati generali dei comuni di Palermo o Vittoria) al fine di restituire al Centro Distribuzione la sua funzione economica e tenendo presente anche l’ubicazione strategica del sito. Nei prossimi giorni chiederemo un incontro al Prefetto di Trapani per rappresentargli la nostra proposta direttamente.
Anche le borgate di Marinella e Triscina sono state oggetto di discussione, sotto svariati profili (bonifica della spiaggia di Triscina, apertura del Parco Archeologico lato Triscina, ordinanza per emissione sonore dei locali nelle ore serali, tassa di soggiorno). E’ stato predisposto il servizio farmaceutico stagionale (farmacia succursale) per Triscina, come da nostra precedente segnalazione e si sta verificando la possibilità di organizzare in sicurezza i mercati settimanali serali.
Sia il Comune sia il Partito Democratico hanno provveduto a sollecitare il Genio Civile di Trapani per l’immediata bonifica delle spiagge di Triscina e Marinella su cui si trova depositata la poseidonia al fine di scongiurare rischi per la salute e per non compromettere la stagione turistica estiva ormai iniziata.
Continuiamo a ritenere che un costante e costruttivo dialogo con le istituzioni posso essere la strada più proficua per la ricerca di soluzioni concrete, credibili e condivise ai tanti problemi ancora da affrontare, al netto delle emergenze.

Comunicato Stampa – PD CIRCOLO CASTELVETRANO