ZANCANA Castelvetrano

Sono ancora molte le difficoltà legate al servizio di raccolta differenziata nel territorio di Castelvetrano. Principale causa del disservizio è l’impossibilità da parte del Comune di Castelvetrano di avviare sistematicamente la raccolta differenziata con l’aggiudicatario del servizio quinquennale, per le note vicende giudiziarie conseguenti all’interdittiva antimafia della ditta capofila e contestuale ricorso al TAR.

La trattazione nel merito del ricorso è prevista per il prossimo mese di dicembre e per questo motivo, al fine di garantire il servizio alla cittadinanza, il “Servizio provvisorio d’urgenza di raccolta e trasporto allo smaltimento di rifiuti solidi urbani differenziati e indifferenziati”, è stato ulteriormente prorogato, alla ditta DUSTY fino al 28 febbraio 2019.

Le difficoltà operative dell’affidamento del servizio quinquennale ha inevitabilmente causato non poche problematiche al servizio di raccolta rifiuti, che nello scorso mese di agosto ha prodotto una percentuale di differenziata non superiore al 12,80%.

Lo si apprende dall’ordinanza n.68 del 28 settembre 2019 emessa dalla Commissione Straordinaria, coi poteri e le attribuzioni del Sindaco, per la salvaguardia di elevati livelli di sicurezza e nel rispetto dell’ordinamento di cui al Codice dell’Ambiente.

Con lo stesso documento, è fatto obbligo alla IX Direzione “Servizi Ambientali” dell’Ente di adottare ogni utile atto volto al raggiungimento e all’incremento della percentuale di raccolta differenziata del 30%, con prosecuzione del servizio porta a porta, per il tramite della Dusty. E’ fatto, altresì, obbligo La XII Direzione “Polizia Municipale” di proseguire l’operatività del gruppo ispettivo che si occupi fino al raggiungimento degli obiettivi di legge, pari al 65% di raccolta differenziata, esclusivamente di prevenzione, controllo e repressione degli abusi e delle violazioni nei conferimenti.

Pubblichiamo di seguito il testo integrale della ordinanza nella quale sono indicati anche gli obblighi dei cittadini e delle attività non domestiche, residenti, domiciliati o dimoranti.

CLICCA QUI PER SCARICARE PDF