Essepiauto

E’ stata pubblicata ieri la nuova ordinanza (n.70 del 5 ottobre 2018) della Commissione Straordinaria alla guida del Comune di Castelvetrano, in merito alla gestione dei rifiuti nel territorio comunale.

Si stratta di una integrazione della precedente ordinanza necessaria dopo che la Trapani Servizi SpA ha comunicato che non è più possibile conferire presso l’impianto di C.da Borranea, la frazione umida dei rifiuti Codice CtR 200108.

Con la nuova ordinanza si ORDINA di sospendere l’esposizione fuori dalla propria abitazione (conferimento) della frazione biodegradabile “rifiuti di cucina e mensa” Codice CER 200108 fino al superamento della fase di crisi del sistema regionale dei rifiuti ed individuazione ed autorizzazione da parte degli Organi Regionali, di ulteriore impianto per il conferimento di detta frazione merceologica. I cittadini non potranno fare altro che conferire l’umido nello stesso contenitore dell’indifferenziata anche se l’ideale sarebbe l’adozione di un impianto di compostaggio casalingo.

Nel frattempo i dati rilevati sulla percentuale di raccolta differenziata a Castelvetrano sarebbero positivi. Si è passato da valori sotto il 5% prima dell’estate al 12% rilevato ad agosto per passare al 31,90% lo scorso mese di settembre.

Superata quest’ultima emergenza legata al conferimento dell’umido, con una stretta collaborazione tra cittadini, comune e DUSTY (prorogata fino al 28 febbraio 2019), si potrebbero raggiungere gli obiettivi di legge, pari al 65% di raccolta differenziata,

Ecco il calendario temporaneo

LUNEDI’ Rifiuti indifferenziati – Sfalci di potatura – Alluminio
MARTEDI’ Rifiuti indifferenziati
MERCOLEDI’ Rifiuti indifferenziati – Sfalci di potatura – Carta e Cartone
GIOVEDI’ Plastica
VENERDI’ Rifiuti indifferenziati – Sfalci di potatura – Vetro
SABATO Rifiuti indifferenziati

Si rammenta che è consentita l’esposizione dei rifiuti davanti la propria abitazione o attività a partire dalle ore 20 del giorno precedente al ritiro e fino alle ore 5 del giorno di riferimento.

Ecco la nuova ordinanza

 

CLICCA QUI per scaricare l’ordinanza in PDF