La settimana che si è appena conclusa, ha visto i Carabinieri della Compagnia di Castelvetrano impegnati in una serie di controlli straordinari del territorio, espletati con il supporto di personale in forza allo Squadrone Eliportato Cacciatori di Sicilia, che hanno condotto all’arresto di 4 soggetti, effettuati, a vario titolo, in flagranza di reato.
Lo scorso 15 luglio, in tarda serata, i militari del dipendente N.O.R.M.-Sezione Radiomobile – alle dipendenze del Maresciallo Antonino Barbera – traevano in arresto per il reato di evasione M.J., 28enne di origini nigeriane, in atto sottoposta alla misura degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico.
La M. si era arbitrariamente allontanata dal proprio domicilio ma la sua fuga è durata molto poco, infatti, il braccialetto elettronico lanciava il segnale e i militari, in servizio di pattuglia, si mettevano immediatamente alle ricerche della ragazza. Una volta rintracciata e concluse le formalità di rito, la giovane veniva tratta in arresto e accompagnata presso la propria abitazione nuovamente in regime degli arresti domiciliari, così come disposto dalla Autorità Giudiziaria competente. In occasione del rito per direttissima le veniva riconfermata la misura cautelare alla quale era stata sottoposta.


Il 19 luglio, corso serata, nella frazione Triscina di Selinunte, i militari del dipendente N.O.R.M.-Sezione Operativa, all’esito di una dedicata attività antidroga, hanno tratto in arresto S.O., 39enne del Gambia e incensurato.
Il predetto, oltre ad essere stato colto, in flagranza di reato, mentre cedeva g.0,9 di sostanza stupefacente di tipo “hashish” ad un 17enne castelvetranese, era stato visto occultare un sacchetto contenente gr.38,5 di sostanza stupefacente di tipo “hashish” suddivisa in n.44 dosi, opportunamente sequestrata, unitamente alla somma di €98,00 suddivisa in banconote di piccolo taglio e presumibilmente provento dell’attività illecita.
L’arrestato veniva tradotto presso la casa circondariale “Pietro Cerulli” di Trapani, ove si trova attualmente ristretto.
Domenica 21 luglio, nella tarda serata, in via Caduti di Nassiryia, i militari della Sezione Radiomobile traevano in arresto C. D., 34enne castelvetranese e ben noto agli uffici giudiziari, e C. M., 40enne domiciliato a Castelvetrano e anch’egli noto alle forze dell’ordine.
I predetti venivano colti mentre asportavano 30 litri circa di gasolio da un gruppo elettrogeno situato nell’area di pertinenza del centro commerciale “Belicittà”. La refurtiva veniva sottoposta a sequestro, in attesa di essere riconsegnata agli aventi diritto.
Gli arrestati sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri, in attesa del rito per direttissima.

Legione Carabinieri “Sicilia”
Comando Provinciale di Trapani
COMUNICATO STAMPA