Il giudizio sulla città di Castelvetrano è del Movimento civico “Cambiamo volto al territorio” e la nota arriva da Salvatore Tarantolo. Le accuse sono precise: «Una città allo sbando è la sola certezza». Per il Movimento, proprio in questi giorni in cui sono stati pubblicati altri Dpcm, «tutto sembra scorrere ancora più lento, inesorabilmente lento».

L’analisi che fa il Movimento è quello di una città ingessata dove nulla è cambiato: «I disservizi aumentano e Castelvetrano va in rovina? Il nuovo sindaco ha invitato a visitare la nostra città il Ministro Di Maio mostrandogli bellezze architettoniche e orrori. Chi più di lui poteva aiutarci visto che questa amministrazione è pentastellata? Tanti mesi sono passati ma nessun aiuto è arrivato…».

Secondo la nota del Movimento c’è di buono la raccolta differenziata, la disinfettazione delle strade (solo quelle principali): «E tutto il resto? Niente!». La nota si chiude con una provocazione: “Requiem Castelvetrano”: «Città nostra, riposa in pace e chi vivrà vedrà cosa ci ha lasciato questa amministrazione fantasma».