Voglimi SELINUNTE

Stamattina i bambini del Gr.Est della parrocchia di Santa Lucia hanno portato in piazza davanti l’ingresso della Casa comunale un’iniziativa davvero carina.

120 bambini di età compresa tra i 6 e i 13 anni divisi in gruppi si sono ritrovati tutti davanti il Comune e chiamando a gran voce il sindaco lo hanno invitato a raggiungerli per salutarlo ed esprimere le loro considerazioni dato che anche loro si sentono e sono cittadini di Castelvetrano nonostante non hanno potuto esprimere il loro voto perchè non maggiorenni.

Al sindaco Alfano i bambini più grandi hanno chiesto alcuni chiarimenti ringraziandolo di potergli fare alcune proposte:

Poco più di un mese fa, ci sono state le elezioni amministrative e, siccome non siamo maggiorenni, non abbiamo potuto votare. Volevamo dirle che siamo felici che i castelvetranesi abbiano scelto lei come primo cittadino della nostra città, una persona che con l’aiuto della sua giunta, sicuramente sarà in grado di far rinascere Castelvetrano, un Paese pieno di punti di forza che devono essere valorizzati. Inoltre, volevamo anche ringraziarla per le iniziative che già sta portando avanti. Questo ci fa capire che le sue non sono solo belle parole, ma che queste si stanno tramutando in azioni concrete. Noi ragazzi siamo il presente ed il futuro e, come i “grandi”, siamo cittadini castelvetranesi ed anche noi abbiamo delle proposte…

https://business.facebook.com/castelvetranoselinunte/videos/423762871799454/?__xts__[0]=68.ARAghG1PaGeKLyetTu-Yi67-KRuLxStlW8mo8WumqYVCZmd9YB1Ic_OOMEUQH46NnkNK-N9Z0p6LrOBWKxS6TTP6SGc-UKsqy8-LEwaHAfxW0HGZRjAz8XigDCJz1zXCBp1GLiEW8VwV8rPGqK6D255bMcUK3tYt1rluWItOcJFUXf8BsqYW9CkHBtHyl6tCML89YcNEFYXKiuGJ5kOGYg07-Nuu4xeNMxNxqWvmVuxI9dIEdUJfp5CNWK8mfZa2qhoZ5F9NywMwsSC2_meejkULzoVaNCK2GxSOmbbHUqbZb6g9j3rKfq2W9FBUp807yw&__tn__=-R

Tra le richieste dei piccoli, rientrano una piscina comunale, un canile che non maltratti mai gli animali, un parco giochi, ma anche l’illuminazione delle strade del paese e la possibilità di costruire case ancora più sicure per non temere un terremoto che potrebbe colpire la nostra terra a rischio sismico.

Insomma tante proposte non banali che vengono fuori da un futuro che cerca di risollevarsi per mano dei bambini i protagonisti della nostra ripresa, i nuovi volti di un paese che vuole rinascere.