Giorno 31 Luglio 2017, il Consiglio Direttivo dell’Associazione Civico Socio Culturale “ORA BASTA!” è stato ricevuto dal Commissario Straordinario del Comune di Castelvetrano, Dott. Salvatore Caccamo. I Delegati hanno sottoposto all’attenzione del Commissario diverse problematiche segnalate dai cittadini tramite un sondaggio indetto sulla pagina Facebook dell’Associazione.
Il primo argomento trattato è stato quello del rischio di dissesto finanziario del Comune.

Il Dott. Caccamo ha sottolineato che, attualmente, vi è un alto rischio di dissesto finanziario a causa delle numerose esposizioni debitorie del comune nei confronti di enti e società che forniscono servizi nonché dall’alta percentuale di tributi locali non versati dai cittadini. Inoltre, negli ultimi cinque anni la lotta all’evasione ha portato risultati al Comune di Castelvetrano pari soltanto all’1%.

Il commissario Caccamo ha aggiunto che si sta cercando, in tutti i modi, di evitare il dissesto finanziario, attuando, ad esempio, dei piani di rientro per il pagamento dei debiti contratti dalle precedenti amministrazioni.
Peraltro, queste misure hanno permesso di evitare il blocco totale del pagamento degli stipendi dei dipendenti comunali.

In merito all’emergenza rifiuti e decoro urbano, è stato chiesto come viene gestito il servizio di raccolta e quali sono le difficoltà rilevate.
Il Commissario ha dichiarato di aver ottenuto dalla discarica di Trapani una proroga per il conferimento dei rifiuti sino a giorno 20 Agosto 2017.
Dopo tale data però, se non ci sarà una collaborazione da parte di tutta la cittadinanza, la situazione precipiterà inevitabilmente. Per tale motivo, il Dott. Caccamo ha invitato a sensibilizzare i cittadini sulla problematica, affinché, al più presto, effettuino la raccolta differenziata in maniera corretta e consona alle direttive.
I delegati dell’Associazione “ORA BASTA!” hanno fatto presente che attualmente, presso l’isola ecologica sita in Viale Roma non viene più rilasciata agli utenti la ricevuta attestante il peso del materiale conferito che consentiva, a fine anno, uno sgravio sulla TARI dell’anno successivo.

Il Dott. Caccamo, non essendo a conoscenza dell’argomento, ha chiesto informazioni a riguardo al funzionario addetto, Dirigente Dott. Di Como, il quale, contattato il funzionario della Dusty (ditta appaltatrice per la raccolta rifiuti) ha riferito che la ricevuta non viene rilasciata poiché l’isola ecologica attualmente è sprovvista di apposita attrezzatura (bilancia e blocchetto ricevute); a breve si avranno notizie circa l’eventuale possibilità di ripristino del servizio.

I delegati hanno fatto presente quanto questo servizio sia utile per incentivare l’intera cittadinanza ad un corretto conferimento dei rifiuti, che consentirebbe, inoltre, di ottenere un minor volume degli stessi presenti in strada, snellendo così l’opera di raccolta degli operatori. Altro aspetto da non sottovalutare è l’aumento degli introiti economici che il comune avrebbe sulla vendita dei materiali differenziati.

Il commissario, alla luce della situazione attuale, auspica un maggior senso civico da parte dei cittadini, in quanto, la questione rifiuti, senza la loro collaborazione, diventerebbe di difficile controllo.

A tal proposito, il Dott. Caccamo ha evidenziato la problematica dell’abbandono rifiuti il giovedì sera nell’area dove viene svolto il mercatino a Selinunte, mettendo in evidenza il reiterato atteggiamento non collaborativo degli ambulanti (alcuni dei quali abusivi ed altri non in regola con i versamenti inerenti i permessi di licenza) che, nonostante ripetuti ed insistenti richiami dagli organi di controllo nonché diffide, hanno continuato ad abbandonare i rifiuti da loro prodotti dal loro esercizio. Questo lo ha costretto, suo malgrado, in quanto consapevole del fatto che il mercatino estivo rappresenta fonte di sostentamento economico per molte famiglie, a prendere la decisione di sospendere lo svolgimento di tale attività commerciale a partire da giovedì 3 Agosto 2017.
Nell’ottica di una reciproca collaborazione tra cittadini e commissari e per scongiurare la chiusura del mercatino, l’associazione si è offerta di presenziare durante lo svolgimento dello stesso con lo scopo di sensibilizzare ambulanti e visitatori, collaborando per la pulizia dell’area interessata.
Il commissario ha accettato di buon grado la proposta, auspicando che questa iniziativa possa dare buoni risultati.
Relativamente alla questione dell’approvvigionamento idrico, è stato chiesto se ci sono rischi di siccità e problematiche legate alla qualità dell’acqua, visto che è da giorni che la cittadinanza manifesta disagi per la fornitura idrica e le qualità organolettiche dell’acqua.
Il commissario, interpellando nuovamente il Dott. Di Como, ha risposto che il disagio inerente la fornitura era stato causato da una saracinesca guasta e da un pozzo mal funzionante, che sono stati prontamente ripristinati garantendo il corretto approvvigionamento. Il dott. Di Como ha evidenziato che il rischio siccità è concreto ma allo stato attuale si riesce ancora ad erogare con regolarità il servizio.

Riguardo la qualità dell’acqua, il dirigente ha riferito che sono state effettuate le analisi delle acque prelevate dai pozzi. I risultati hanno rilevato la presenza di zolfo, che non risulta, comunque, essere nociva alla salute; tali analisi, in seguito a richiesta dell’associazione, verranno rilasciate e portate a conoscenza della cittadinanza.

I delegati hanno infine evidenziato la scarsa presenza di polizia municipale nel centro storico, nelle vie principali del paese e nelle borgate, sottolineando come l’attività sanzionatoria gioverebbe al controllo della raccolta rifiuti, decoro urbano e viabilità.
Il commissario ha risposto di aver dato recentemente disposizioni in tal senso, prevedendo un controllo serrato del territorio riguardo l’abbandono di rifiuti e la non corretta differenziazione degli stessi, con relativa applicazione delle sanzioni.

A conclusione dell’incontro, il Dott. Caccamo, mostrando soddisfazione ed interesse per le proposte ed iniziative di collaborazione dell’Associazione “ORA BASTA!”, ha accolto la richiesta, da parte dei delegati, di un incontro periodico, proponendo una cadenza mensile.
Tali incontri avranno lo scopo di instaurare un dialogo mediato tra cittadini e commissari al fine di trovare insieme iniziative che possano innalzare il senso civico comune e al contempo migliorare le condizioni socio economico culturali del paese