Il Sindaco della città di Castelvetrano Selinunte, Avv. Felice Errante, a seguito delle dichiarazioni rese alla stampa dall’On. Claudio Fava ha voluto fare alcune precisazioni:

erranta-favaTra i doveri di un Sindaco rientra certamente quello di difendere la propria comunità da ogni tentativo di infiltrazione mafiosa nelle istituzioni.

Da Sindaco ho compreso, altresì, che occorre difendere le stesse istituzioni democratiche anche da certa antimafia- afferma Errante- Oggi Castelvetrano è al centro di un uragano mediatico senza precedenti con la presenza di testate giornalistiche nazionali (Mediaset, Rai, La7, quotidiani) tutte a rincorrere, ognuno da par loro, la notizia del momento!

Succede anche questo nella mia amata città, dove un autorevole Parlamentare, che mai ha incontrato il Sindaco della città, il quale mai ha chiesto di sentire l’idea di questi in proposito, chiede le dimissioni di un organo elettivo, il Consiglio Comunale, atteso il reintegro disposto dal signor Prefetto di Trapani del signor Calogero Giambalvo, sulla scorta della sua recente assoluzione in sede penale.

Non avrei nulla da eccepire se l’azione portata avanti dall’ On. Claudio Fava fosse un’attività di tipo politico posta in essere da un partito verosimilmente antagonista nella prossima tornata elettorale. Ho tanto da lagnarmi se lo stesso, sfruttando la sua carica di Vice-Presidente della Commissione Nazionale Antimafia, da una scuola statale di Castelvetrano, in sede di conferenza stampa chiede le dimissioni dei componenti del massimo consesso civico, rei di avere tra i colleghi uno di loro assolto da un’altra Istituzione dello stato e reintegrato nella sua funzione, da altra ancora.