Per la morte della giovane tunisina S. N. di 29 anni, trovata nel letto del Reparto di Ostetricia dell’ospedale “Vittorio Emanuele II” di Castelvetrano, avvenuta dopo un parto cesareo, sono stati emessi sette avvisi di garanzia. La Procura di Marsala indaga, dopo che il marito Mohamed Moussa ha presentato denuncia presso i carabinieri della Compagnia di Castelvetrano.

Gli avvisi di garanzia sono stati notificati a: Matteo Abate, Maria Rosa Marino, Maria Daria Cangemi, Francesca Di Giovanna, Giusto Zito, Giovanna Romeo e Maria Assunta Florenti, tutto personale medico e paramedico che era in servizio la notte durante la quale è avvenuto il parto e, dopo poche ore, la morte della giovane.

Intanto domani, presso l’obitorio del cimitero comunale di Castelvetrano, si terrà l’autopsia sul corpo della giovane donna. In un primo momento a richiederla era stata l’Asp Trapani che aveva avviato un’indagine interna. Poi, con la denuncia del marito, l’inchiesta della Procura che ha disposto l’esame autoptico proprio domani.