Ospitalità nelle cliniche private e una eventuale nave-ospedale. Sono queste due delle ipotesi che il Presidente della Regione, Nello Musumeci, ha pensato per affrontare una possibile emergenza sanitaria causata dal COVID-19. Proprio ieri il Governatore si è espresso così per una eventuale gestione emergenziale di quella che oramai l’OMS ha definito “pandemia”.

All’ipotesi di Musumeci, oggi è arrivata la risposta concreta della Casa di Cura privata “VITTORIA” di Castelvetrano. Il legale rappresentate della struttura, il Dr. Filippo Daniele Clemente ha inviato una lettera al Presidente Nello Musumeci, all’assessore Ruggero Razza e alle massime cariche della Stato, nella quale si offre la disponibilità di posti letto per aiutare la Regione Sicilia a fronteggiare questa emergenza senza precedenti.

La casa di cura è dotata di 96 posti letto di riabilitazione autorizzati in rete ospedaliera, ma allo stato attuale occupati e contrattualizzati con l’Asp Trapani solo per 40. «Vista la situazione di emergenza sanitaria su tutto il territorio nazionale – scrivono nella lettera – si comunica la disponibilità immediata all’attivazione di 56 posti letto già dotati di arredi e di 2 monitor in telemetria». La disponibilità della proprietà è un bel segnale di concreta collaborazione con le istituzioni che oggi si trovano ad affrontare l’emergenza, soprattutto dal punto di vista sia strutturale (negli ospedali siciliani) che di personale.