ANSA – Gaspare Como, cognato del latitante Matteo Messina Denaro, avrà applicato il 41 bis, il cosiddetto «carcere duro» per i boss mafiosi, su richiesta della Dnaa e della Dda di Palermo.

Como è stato arrestato lo scorso aprile insieme ad altre 21 persone nell’ambito dell’operazione denominata “Anno Zero” ed è ritenuto dagli inquirenti al vertice del mandamento mafioso di Castelvetrano.

fonte. ANSA