Si svolge in questi giorni a San Patrignano, in provincia di Rimini, Les Toques Blanches d’Honneur, un evento giunto alla 21ª edizione che premia la professionalità dei cuochi aderenti all’Associazione professionale cuochi italiani.

A fare da cornice al congresso, la Comunità di San Patrignano, dal 1978 luogo di accoglienza per persone con gravi problemi di droga, che ha dato la possibilità a molti di ritrovare una strada e di costruirsi una professione, lavorando proprio sulle eccellenze del territorio.

In questa cornice, Gianluca Lombardo ha ricevuto il Cappello d’Onore, conferito da una commissione che ha valutato il percorso professionale del titolare della panineria “Mordi e fuggi” di Castelvetrano.

“Un giorno davvero speciale per me – ci racconta – Ho ricevuto il Cappello di Bronzo a San Patrignano. Un’esperienza fantastica anche dal punto di vista sociale. Mi ha molto emozionato poter confrontarmi con dei ragazzi che credono in una vita migliore. Domani mi attende un’altra giornata in questa meravigliosa location e poi ritorno a Castelvetrano”

Volge al termine, un anno davvero importante per il progetto portato avanti da Gianluca con il prezioso supporto della moglie Letizia. Dopo circa vent’anni nel mondo della ristorazione, nel 2017, Gianluca ha deciso di investire i propri risparmi in un’attività che sta portando ottimi frutti. Il suo punto panineria che si trova a Castelvetrano in Via Ruggero Settimo è stato il primo ad avere una linea di preparazione dedicata esclusivamente ai celiaci: coltelli, salse, friggitrici e piani lavoro ad hoc. Un investimento non indifferente per garantire un cibo di qualità e gustoso anche per chi non può assumere glutine.

Negli ultimi mesi, Gianluca ha ricevuto un altro premio a Reggio Calabria per un importante evento durante promosso dall’Associazione Professionale Cuochi Italiani.