Essepiauto

Per quanto rapidi, i soccorsi non sono purtroppo serviti a salvare il cane che questa mattina è morto per avvelenamento a Marinella di Selinunte. L’animale, di tagli media, da circa 6 mesi viveva in una traversa che collega la SS115 con la Via Cavallaro, nelle immediate vicinanza dell’ingresso principale della borgata.

Chi vive in quella strada e si è occupato di Totò, riferisce di un animale docile che mai ha dimostrato comportamento aggressivo. Al momento non è possibile stabilire se l’avvelenamento sia stato causato o meno da qualche malintenzionato e l’autopsia disposta dal medico veterinario intervenuto sul posto potrebbe fare maggiori informazioni.

“Io e miei vicini – scrive Vincenzo Tortorici – abbiamo prestato le prime cure e coperto il povero totò che era agonizzante a terra. Subito dopo ho chiamato i carabinieri che mi hanno messo in contatto con le autorità competenti della mia città, in poco tempo si sono attivati Polizia Municipale, il veterinario e la signora del canile”

Segue il video realizzato da Vincenzo. Le immagini potrebbero urtare la vostra sensibilità

“Purtroppo anche se si sono mobilitati tutti in maniera celere – aggiunge Vincenzo – quando è arrivato il veterinario non ha potuto fare altro che fargli una puntura che mettesse fine alle sue sofferenze, visto le gravi condizioni in cui versava. Il veterinario ha disposto l’autopsia per verificare in che modo è stato ucciso Totò così da riuscire meglio a risalire ad eventuali responsabili!

Non ho potuto fare altro che accarezzarlo dolcemente e accompagnarlo fino al suo ultimo respiro. Grazie al veterinario, alle vigilesse e alla signora del canile per la loro rapidità e professionalità”