Grave atto intimidatorio nella notte di venerdì. Presa di mira, una azienda di imprenditori campobellesi, con sede e stabilimenti nella zona periferica a nord della cittadina belicina.

arma da fuoco pistola

foto d’archivio

Diversi colpi di arma da fuoco sono stati esplosi all’indirizzo della palazzina che ospita gli uffici a ridosso dell’ingresso principale. La gragnola di colpi, ha mandato in frantumi i vetri delle finestre, finendo anche nelle stanze interne dell’edificio.

La scoperta del misfatto, da parte dei titolari, sabato mattina. Gli stessi, hanno provveduto ad avvertire i carabinieri dell’accaduto, i quali assieme ai colleghi della scientifica hanno iniziato indagini e rilievi. Da indiscrezioni non confermate, potrebbero essere sette i colpi sparati durante l’azione dimostrativa.

Al vaglio degli inquirenti, le indagini continuano nel più stretto riserbo, il numero degli attentatori, le motivazioni del raid e l’arma usata. L’azienda da anni sul mercato, dà lavoro a circa quindici operai ed impiegati. Sicuramente una realtà da salvaguardare, in un così grave momento di crisi economica.

fonte. campobellonews.com