Inizia il Campo Estivo dedicato ai bambini dell’AIAS di Castelvetrano. L’attività vedrà impegnati decine di Giovani della Croce Rossa di Castelvetrano con l’obiettivo di far trascorrere ai piccoli ospiti momenti di serena spensieratezza facendo crescere collaborazione e lavoro di gruppo.

Una settimana di vacanza per ospiti davvero speciali, bambini che nonostante debbano combattere con le loro disabilità, hanno comunque dentro la forza di uragani e che come tutti i bambini hanno voglia di divertirsi.

I volontari che hanno dai 14 ai 25 anni, e che si prenderanno cura di circa 12 bambini, affetti da diverse difficoltà, si alterneranno con turni giornalieri, con l’obiettivo di far trascorrere una settimana di sorrisi e divertimento ai loro piccoli compagni di avventura, che con questa esperienza, mettono in pratica il loro modo di rapportarsi all’altro, iniziando a far parte di un gruppo e di una squadra che altrimenti questo non sarebbe stato altrettanto facile.

Ogni bambino ha diritto all’infanzia, e in un modo che è uguale per tutti, ogni bambino ha bisogno di spensieratezza, di sorrisi e di vacanze e i volontari lo sanno bene che investendo parte del loro tempo, riceveranno in cambio la gratitudine di due occhi che non hanno bisogno di grandi parole.

L’esperienza è stata pensata anche per il secondo anno presso il lido Monnalisa di Tre Fontane, una struttura adeguata alle esigenze di questi ragazzi. La giornata si snoda in attività che iniziano alle 9 del mattino fino alle 13, mentre lo psicologo Nicola Corleo presente in tutte le giornate si occuperà personalmente di uno dei bambini del centro AIAS.

Non serve essere grandi o avere tanto, uno dei volontari della CRI ha voluto sottolineare che spesso donando davvero poco si può ricevere molto e mettersi in relazione con un mondo di cui non si fa parte, aiuta a comprendere la vastità dell’amore umano.