«Gli dovremmo far saltare la macchina a questo merda…per farlo insegnare…». È l’11 ottobre del 2014 quando in maniera così spavalda due arrestati nella recente operazione antimafia «Anno Zero», parlano così di Pasquale Calamia, esponente del Pd, già consigliere comunale e vittima di un attentato incendiario presso la sua abitazione estiva di Triscina.

Pubblichiamo di seguito i comunicati stampa di solidarietà di Sicilia Futura, Cgil di Castelvetrano, Castelvetrano Avvenire e Riva Destra.

Gli organi rappresentativi del movimento politico di SICILIA FUTURA con in testa il Presidente Provinciale e i membri del Direttivo  Provinciale anche a nome di tutti gli aderenti e simpatizzanti ESPRIMONO grande solidarietà all’ex Consigliere Comunale e attuale dipendente del Gruppo Politico dei Parlamentari Regionali del PD Arch. Pasquale Calamia.

La progettata grave intimidazione nei suoi confronti va condannata fermamente e deve essere da stimolo per continuare nel solco della legalità e trasparenza della attività amministrativa che il Movimento Politico di Sicilia Futura ha perseguito e persegue fin dalla sua costituzione in piena sintonia con l’area renziana del PD.

L’ attività politica non può e non deve essere condizionata da percorsi e gesti delittuosi ma deve essere ispirata dalla ricerca del bene comune ed essere espletata con puro spirito di servizio. Ognuno faccia il proprio dovere ed agisca con senso di responsabilità contribuendo ad affrancare questa terra dal giogo mafioso.

La Camera del Lavoro di Castelvetrano esprime solidarietà all’ex consigliere comunale Pasquale Calamia a seguito delle intercettazioni emerse nell’ambito dell’operazione anno Zero, in cui si evince la chiara matrice mafiosa degli atti intimidatori subiti.

Calamia, negli ultimi anni, è stato, infatti, vittima di diversi atti intimidatori per aver pubblicamente auspicato la cattura del boss latitante Matteo Messina Denaro e per le posizioni assunte contro la mafia.

“A Pasquale Calamia e alla sua famiglia – dice il segretario della Camera del Lavoro di Castelvetrano Gaspare Giaramita – rinnoviamo la solidarietà e il sostegno per il suo impegno, che è anche il nostro, nella lotta alla mafia”.

“Castelvetrano Avvenire” vuole esprimere tutta la sua solidarietà, vicinanza e sostegno all’Arch. Pasquale Calamia, ancora una volta oggetto di interesse criminale della locale cosca mafiosa.

Tra i principi fondanti il nostro movimento politico, quelli di legalità, onestà e correttezza hanno una posizione predominante e sono stelle polari del nostro impegno per il Territorio.

A Castelvetrano in particolare, una persona di spessore morale come l’amico Calamia deve essere sostenuta e non lasciata sola. Tutta la gente perbene che vive la nostra città e che rappresenta la netta maggioranza rispetto a quella deviata da falsi valori, deve affermare la propria avversione al fenomeno mafioso in maniera decisa senza timore di ritorsioni o conseguenze.
Ovviamente non soltanto a parole: ognuno deve coltivare nel proprio piccolo il valore della legalità e attuarlo in ogni aspetto della vita quotidiana. Solo in questo modo daremo sostegno concreto ad ogni soggetto preso di mira dalla Mafia ed in questo, Castelvetrano Avvenire non può e non vuole tirarsi indietro.

Il Coordinamento di Castelvetrano Avvenire,
in nome e per conto di tutti gli attivisti, iscritti e simpatizzanti.

Il movimento politico RIVA DESTRA, alla luce delle intercettazioni ambientali emerse dall’ultima operazione antimafia “ANNO ZERO” che confermano che la mafia castelvetranese ha avuto nel mirino e continuava a progettare altri atti intimidatori nei confronti dell’ex consigliere comunale del PD Pasquale Calamia, vuole esprimere tutta la propria solidarietà e si schiera al suo fianco affinché la battaglia per liberare il territorio dal giogo della criminalità mafiosa continui e sia sempre combattuta insieme da tutti per il riscatto e lo sviluppo legale della nostra comunità.

All’ex consigliere Pasquale Calamia il sostegno e la solidarietà da parte del Segretario nazionale di RIVA DESTRA Fabio Sabbatani Schiuma, del Coordinatore per la provincia di Trapani, Nicola D’Aguanno e del Coordinatore per il comune di Castelvetrano, Angelo Tigri.