braccialetto elettronico

un esempio di braccialetto elettronico

Nella notte tra sabato e domenica i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Castelvetrano hanno arrestato Lo Monaco Giovanni, pregiudicato castelvetranese di 26 anni.

Il giovane, sottoposto agli arresti domiciliari, era stato notato insieme ad un altro soggetto a bordo di una moto di grossa cilindrata mentre percorrevano ad altissima velocità il viale Roma di Castelvetrano. Dopo essersi fermati ed aver parcheggiato la moto nei pressi del Bar Glamour, i due sono stati raggiunti dai militari dell’Arma ma, alla vista di questi, sono fuggiti a piedi, cercando di far disperdere le proprie tracce.

Dopo un breve inseguimento, Lo Monaco è stato bloccato e condotto in caserma, dove è stato dichiarato in arresto per evasione. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria il giovane è stato sottoposto nuovamente agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto e del giudizio con rito direttissimo. A seguito della convalida, tenutasi nel pomeriggio di lunedì davanti al GIP del Tribunale di Marsala, l’arrestato è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari con l’obbligo di indossare il braccialetto elettronico, in modo da essere costantemente monitorato.

La moto utilizzata da Lo Monaco, una Honda Cbr, è stata sottoposta a sequestro amministrativo, in quanto priva della copertura assicurativa obbligatoria.

Comunicato stampa CC. Castelvetrano