Il Sindaco della città di Castelvetrano Selinunte, Avv. Felice Errante, rende noto che nei giorni scorsi si sono conclusi i lavori per la rimozione dell’amianto e di altri rifiuti che potevano pregiudicare la pubblica incolumità, che erano accumulati all’interno dei locali dell’ex caserma dei carabinieri siti in piazza Archimede.

L’immobile in questione, di proprietà dell’Agenzia del Demanio è attiguo alla chiesa di Nostra Signora del Carmine, ed era stato anche il Convento dei Carmelitani Scalzi, prima di essere adibito a caserma dei Carabinieri, prima di essere abbandonato diversi decenni fa. Nel dicembre del 2006, a causa di alcune violente piogge , e soprattutto per la vetustà dello stesso, subì un crollo che fortunatamente non ebbe conseguenze o danni per cose o persone.

piazza archimede castelvetrano

Il sito in questione venne transennato e delimitato per impedirne l’accesso e, nonostante le ripetute richieste da parte dell’amministrazione al FEC, non era stato possibile effettuare alcun intervento. Il Demanio, tranne che per alcuni sporadici interventi, non si era mai preoccupato di mettere in sicurezza l’immobile. Nei mesi scorsi, la corrispondenza tra le amministrazioni si è intensificata e si sono tenuti anche dei sopralluoghi da parte dei tecnici dell’Agenzia del Demanio che, appurata la pericolosità sociale dei rifiuti presenti nell’area , ha disposto l’affidamento di un incarico alla ditta Edil Ambiente di Castelvetrano che nei gioni scorsi ha effettuato la bonifica.

“ Si chiude così una vicenda particolarmente annosa che aveva messo in allarme i tanti residenti della zona a causa della presenza di un notevole quantitativo di amianto- ha detto Errante- grazie alla sinergia tra i nostri uffici, il gruppo di polizia ambientale del Nopa, ed i responsabili del Demanio si è potuta bonificare e mettere in sicurezza l’area in questione in attesa di definirne le eventuali possibilità di futuro utilizzo.”