cane antidrogaI Carabinieri del Comando Stazione di Salemi, nell’ambito dell’incessante l’attività di contrasto al traffico di sostanze stupefacenti, hanno individuato e tratto in arresto un giovane A.A., anni 24, di Petrosino per detenzione illegale di sostanza stupecente, nonché denunciato a piede libero un’ulteriore individuo di Salemi.

Il blitz, scattato nelle prime ore della mattina del giorno 8 gennaio (la notizia è stata divulgata solo oggi) ha visto l’intervento dei militari unitamente allo speciale Nucleo Cinofili di Palermo, supportati dai colleghi della Stazione di Petrosino.

Gli investigatori l’hanno colto nella sua casa mentre ancora dormiva. Il fiuto di “Bak”, il cane antidroga, ha permesso di rinvenire oltre 350 grammi di Marijuana, abilmente (ed inutilmente) occultati in una delle pertinenze dell’abitazione: il tutto era pronto per essere venduto. Infatti, nei pressi del luogo di occultamento della droga era presente tutto l’occorrente per il taglio e il successivo confezionamento. L’arrestato al termine delle formalità di rito è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

Oltre al citato arresto, lo scorso 15 gennaio la Stazione ha denunciato in s.l. D.A., 41 anni, salemitano, per detenzione di sostanza stupefacente: il denunciato, sottoposto a perquisizione locale dai militari di Salemi, veniva sorpreso a casa in possesso di 40 grammi di marijuana. Anche in questo caso la Stazione ha avuto il supporto di un’unità del Nucleo CC Cinofili di Palermo. Lo stupefacente, rinvenuto nell’ambito delle due attività, è stato posto sotto sequestro e sarà analizzato da un apposito laboratorio.

Il Servizio Cinofili dell’Arma dei Carabinieri è stato istituito nel giugno 1957, al fine di assicurare l’impiego di carabinieri conduttori e cani in attività di polizia giudiziaria, di ricerca, di soccorso in aree sensibili e in tutte le operazioni in cui tale intervento fosse stato ritenuto di valido supporto.

cane antidroga salemi

Gli importanti risultati conseguiti dai carabinieri di Salemi guidati dal Maresciallo Capo Salvaggio Calogero si inseriscono in una continua attività di contrasto all’uso e allo spaccio di sostanze stupefacenti illegali e pericolose sia in ragione dei loro effetti sia per la loro diffusione soprattutto tra la popolazione più giovane.

Comunicato Stampa – Compagnia Carabinieri di Mazara del Vallo