«Ringrazio i carabinieri e la Polizia Municipale di Campobello per aver contribuito, in maniera fattiva, al ritrovamento di mio nipote Paride». A dichiararlo è Giuseppe Melito di Castelvetrano, il nonno del bambino di appena sei anni che, qualche giorno addietro, si era disperso sulla spiaggia est di Tre Fontane. Il bambino, nel momento in cui è uscito dal mare, ha perso il senso dell’orientamento e si era incamminato verso Triscina.

Subito scattato l’allarme, sono state avviate le ricerche, col coinvolgimento sia dei carabinieri della locale stazione di Campobello che degli agenti della Polizia Municipale. Il bambino è stato poi ritrovato a quasi 1 km di distanza, mentre camminava verso Triscina. «Ora che tutto, fortunatamente, si è risolto, voglio fare questo ringraziamento particolare e pubblico nei confronti di tutti quanti si sono adoperati per le ricerche di mio nipote», ha detto Melito.