Oink. Squilla così la trombetta della Biblioteca In Bici. Si ferma sulla costa, porta con sé libri per bambini, giochi e un carico inesauribile di entusiasmo.
Mercoledì 29 luglio, il suo primo avvistamento. Al tramonto, sulla spiaggia di Triscina che si apre alla fine della strada 45.
All’improvviso, palette e secchielli hanno perso il loro fascino. A catturare l’attenzione dei bambini, invece, due cassette di legno e fiori di carta pesta, pieni fino all’orlo di libri per bambini.

Quante volte vi sarà capitato di vedere i nati degli anni 10 con un libro fra le mani? I libri sono ormai, purtroppo, una tecnologia fin troppo antica. Per le nuove generazioni, la narrazione è virtuale. E così il libro smette di essere una presenza fisica nelle vite dei bambini, del loro quotidiano non fa parte più.
Ma la lettura, nel senso più tradizionale del termine, è un’esperienza multisensoriale. I libri si toccano, i libri si sfogliano, i libri si annusano. E si abbracciano anche, se ci hanno fatto battere il cuore.
L’Associazione “senzano.me” si è posta un obiettivo ambizioso per l’estate 2020. Avvicinare i bambini ad un oggetto fuori dal tempo, e riuscirci intrufolandosi nei loro spazi di gioco.

Grazie al sostegno inestimabile della Biblioteca Comunale “Leonardo Centonze” di Castelvetrano, che ha messo a disposizione parte del suo «tesoro», e ai membri della Corte del Re Letturino, tra i giochi da spiaggia quest’anno si è aggiunta anche la lettura.
A partire dalla mitologia greca. «Ulisse e Polifemo» e «Ercole e l’Idra» sono le prime due storie che Laura Miceli, Maria Giaramita e Daria Costanzo hanno letto ad alta voce davanti ad un pubblico giovanissimo. Due storie eterne, due grandi classici, che hanno riempito di entusiasmo i bambini in ascolto.
Il viaggio della Biblioteca In Bici però non si ferma qui. Pedalando nella brezza estiva, arriverà giorno 11 agosto alle 19 nella piazzetta di via Marco Polo, a Marinella di Selinunte. Ci saranno, ancora una volta, racconti magici e attività creative, per stimolare l’immaginazione dei più piccoli anche lontano da smartphone e pc. La partecipazione è gratuita!

Daria Costanzo – Comunicato Stampa – Ass. SenzaNo.Me
(Grazie a Giovanni Calia per le foto)