ASCOLTA L'ARTICOLO

Finisce il primo gennaio lo sconto per abbattere il costo dei carburanti e al momento, secondo quanto si apprende, non sono previste proroghe: quindi si registrerà un rialzo di circa 18 centesimi rispetto ai prezzi attuali. Stando alle ultime rilevazioni settimanali del ministero dell’Ambiente, il prezzo medio nazionale della verde è di 1,625 euro al litro, ai minimi da giugno del 2021. Il diesel è invece a 1,689 euro, cioè al minimo dal 31 gennaio 2022. L’attuale taglio – già ridotto a dicembre rispetto ai 30 cent di Draghi – vale per tutti, mentre la scelta del governo è quella di concentrare le risorse sui redditi più bassi. (ANSA).

AUTORE.