Essepiauto

Il comune di Castelvetrano è stato inserito, con la nota n.13524 del 30/04/2018 dell’assessorato regionale alla Famiglia ,tra gli aventi diritto al progetto definito”Cantieri di Servizi”. In virtù del progetto preparato dagli uffici già nel 2014 dall’ammnistrazione Errante che a suo tempo , non trovò copertura finanziaria da parte della Regione, il comune di Castelvetrano, in base alla nuova disposizione dell’assessorato in questione , potrà avviare n.10 cantieri di lavoro , per specifiche attività manutentive a favore di strade e di ville del perimetro urbano, assumendo tramite regolare bando pubblico , 140 disoccupati bisognosi.

Il lavoro per ogni cantiere è di 90 giorni complessivi. L’occasione data dal provvedimento regionale e ha costo zero per le casse del comune ed è anche un occasione ghiottissima per sistemare diverse zone trascurate della città .Allo stesso tempo, può dare la possibilità di lavorare a diversi disoccupati per un periodo di tre mesi.

La nostra amara sorpresa è stata quella di verificare, dopo la richiesta pervenuta da parte di alcuni dispoccupati vicini al nostro Movimento e interessati ai cantieri ( appreso attraverso i social che in altri comuni belicini si stanno già facendo i bandi ) che, alla data di oggi , il comune di Castelvetrano non ha provveduto alla pubblicazione del bando utile secondo la lettera dell’assessorato del 30 aprile 2018 e che dispone le condizioni per preparare una graduatoria. In altre parole , se prima del 30 del mese di maggio il bando non sarà pubblicato ,si perderanno 10 cantieri di lavoro e 140 disoccupati non avranno la possibilità di trovare occpuazione per tre mesi. Vista la delicata situazione, sia economica che infrastrutturale della città, far ritornare indietro queste preziose risorse finanziare è davvero un’ offesa a tutta la comunità. Oggi, abbiamo inviato una lettera ai commissari, sollecitando la pubblicazione del bando relativo ai cantieri che ci auguriamo, non sia stato ancora affisso all’albo pretorio, per motivate ragioni tecniche. Non vogliamo assolutamente pensare che qualcuno abbia dimenticato di avviare le procedure per formalizzare questo importante atto per la città.

Luciano Perricone
Movimento Liberi e indipendenti