avvocati marsala

Il Consiglio dell’Ordine degli avvocati del foro di Marsala ha proclamato cinque giorni di astensione dalle udienze, civili e penali.

Si contesta, innanzitutto, l’accorpamento alla sede centrale di Marsala delle sezioni staccate di Castelvetrano e Mazara, evidenziando la conseguente “notevole mole di affari, civili e penali, provenienti dalle due sezioni soppresse”.

Le “criticità” denunciate si registrerebbero spesso anche a causa della carenza di personale amministrativo (talvolta impegnato anche in udienza e quindi assente dall’ufficio) e riguardano vari settori del Tribunale. Lamentati notevoli ritardi nell’evasione delle richieste dei legali, che denunciano anche “frequente tensione tra avvocati e funzionari di cancelleria”, alcuni dei quali si sarebbero mostrati “poco rispettosi”. Tutte problematiche affrontate alcuni giorni fa nel corso di un incontro con il presidente Natoli e altri magistrati. Un confronto che, a quanto pare, è stato piuttosto vivace.

Ecco il testo della nota ufficiale dell’Ordine degli avvocati di Marsala

E’ confermata l’astensione dalle udienze civili e penali per cinque giorni, dal 17 Marzo al 21 Marzo 2014, nel nostro Circondario, deliberata dall’Assemblea degli Avvocati del Foro di Marsala il 6 Febbraio 2014.

Non si è ritenuto opportuno effettuare lo slittamento ad altra data della nostra astensione in considerazione del fatto che l’astensione proclamata dell’OUA è stata in buona parte revocata e mantenuta solo per le giornate del 20 e 21 Marzo.

Ricordando, in particolare, che l’adesione all’astensione va dichiarata personalmente o tramite sostituto all’inizio dell’udienza o all’atto di indagine preliminare o comunicata con atto scritto trasmesso o depositato nella cancelleria del Giudice o nella segretria del PM, oltrechè agli avvocati costituiti, almeno due giorni prima della data stabilita.