Bene la prima, si direbbe in teatro. E, invece, che tutto è andato bene stavolta è riferito al primo giorno di scuola negli Istituto superiori di Castelvetrano. L’avvio delle lezioni è stato, tutto sommato, sereno. «C’era tensione, è innegabile – spiega Tania Barresi, dirigente scolastico dei Licei cittadini – ma l’avvio si è svolto senza intoppi». Per i Licei di Castelvetrano (Classico, Pedagogico e Scientifico) si è scelto l’ingresso a scaglioni nei diversi giorni. Oggi è toccato alle prime classi, da domani, e per i giorni a seguire, il via all’ingresso per le seconde, terze, quarte e quinte classi. «Gli alunni delle prime classi sono arrivati con le autodichiarazioni – ha ribadito ancora la Barresi – all’interno dell’istituto abbiamo attrezzato tutti i percorsi: dagli igienizzanti nelle stanze ai dispositivi di sicurezza necessari».

Regolare anche l’ingresso all’Istituto tecnico commerciale “G.B. Ferrigno”, dove stamattina sono entrati tutti gli studenti, seppur in orari sfalsati di poche decine di minuti, per evitare gli assembramenti agli ingressi. «Oggi, nel giorno dell’accoglienza, abbiamo dato spazio alle informazioni necessarie per gli studenti1, ha ribadito il dirigente scolastico Caterina Buffa. L’Istituto ha provveduto all’acquisto di 200 banchi monoposto, ma si aspettano ancora i 300 banchi forniti dal Ministero che, pare, dovrebbero arrivare a ottobre.

Anche all’Istituto alberghiero “V. Titone” stamattina l’avvio delle lezioni è avvenuto regolare. Alle 8,10 hanno fatto ingresso le prime classi. Le altre classi, invece, sono entrati a scuola alle 10,10.