felice errante

Il Sindaco della città di Castelvetrano Selinunte, Avv. Felice Errante Jr., comunica che con missiva prot. n°200/CPLM del 13.4.2016 a firma del Presidente della Commissione Regionale Antimafia, On. Nello Musumeci, la stessa non ha ritenuto di dovere eccepire alcunché.

Difatti, come è noto, su richiesta del primo cittadino, a seguito delle note vicende che hanno portato all’autoscioglimento del massimo consesso civico, il 16 marzo scorso si era tenuta, presso la sede dell’Assemblea Regionale Siciliana, una seduta straordinaria della Commissione parlamentare di inchiesta e vigilanza sul fenomeno della mafia in Sicilia.

Nel corso dell’audizione il primo cittadino, dopo una relazione dell’accaduto, la cui riservatezza viene imposta dalla legge, aveva risposto alle domande ed alle osservazioni dei deputati, consegnando un dossier sulle attività portate avanti in questi quattro anni di mandato, tutte improntate alla rigida osservanza dei principi di legalità.

Nella nota si legge:
Signor Sindaco, facendo seguito alla audizione da Lei richiesta, tenutasi dinnanzi a questa Commissione nella seduta del 16 marzo u.s., nell’esprimere apprezzamento per l’autonoma disponibilità a riferire circa la nota vicenda che ha portato alle dimissioni dei consiglieri comunali, non possiamo che affidare alle Sue serene valutazioni le determinazioni da adottare“.

Il primo cittadino ha così commentato: “Non posso che prendere atto con piacere che nessuna contestazione la Commissione ha ritenuto di dovere sollevare sull’operato mio e della mia Giunta. Inoltre, nessun riferimento ad ipotesi di infiltrazioni la stessa Commissione ha ritenuto di dovere evidenziare all’interno del Consiglio Comunale.

Viene resa giustizia alle tante insinuazioni che nelle settimane scorse hanno riguardato la nostra comunità ed i suoi organi democraticamente eletti, alla quale oggi viene restituita, parte di quell’onorabilità che alcuni avevano tentato di sottrarle. Ringrazio il presidente Musumeci e tutti i deputati componenti della Commissione per la oggettività e la serenità con la quale hanno affrontato la spinosa vicenda castelvetranese. Un grazie al suo presidente per le parole di stima e per l’apprezzamento manifestatomi.”

La nota si conclude così : “Questa Commissione, infatti, non può in alcun modo interferire nella scelta di proseguire o meno nel Suo mandato di Sindaco in assenza dell’ordinario organo di indirizzo e di controllo”.

Sul punto aveva, anche in quella sede il Sindaco rappresentato la stortura democratica di essere costretto ad amministrare senza l’organo di indirizzo politico autoscioltosi.

Si auspica che in tempi quanto più brevi possibili possa essere fissata la data per l’audizione anche dalla Commissione Nazionale della quale, ad oggi, non è pervenuta alcuna nuova.

“Mi permetto di sollecitare il presidente On. Rosy Bindi ed il vice-presidente On. Claudio Fava- afferma il primo cittadino- essendo mia ferma determinazione quella di ribadire la richiesta di audizione al fine di dimostrare l’assoluta trasparenza degli atti amministrativi posti in essere da questa amministrazione nel corso del mandato”.