Il 2019 è stato un anno di aumenti, per luce, gas e telefono. Gli aumenti degli oneri di sistema per la fornitura di energia elettrica e metano e l’incremento dei prezzi internet e telefono rendono sempre più difficile il risparmio agli italiani, e le ultime notizie non sono confortanti. Dal 1° luglio sono entrate in vigore le nuove tariffe luce definite dall’Autorità per Energia Reti e Ambiente (ARERA) per i cliente dei servizi di maggior tutela: rispetto al trimestre precedente, il costo dell’elettricità in bolletta subisce un aumento del +1,9%. Per quanto riguarda la telefonia le cose non vanno meglio. Le rimodulazioni dei prezzi di internet e telefono di casa, continuano a modificare (e aumentare) le bollette dei clienti Tim, Vodafone e Wind 3, i tre big del mercato.

Insomma, il futuro non è tra i più rosei. Ecco perché diventa davvero fondamentale ottimizzare le spese, facendo maggiore attenzione ai consumi e non solo. Nell’articolo potete trovare qualche buon consiglio per abbattere i costi e difendervi dal caro bollette.

Il risparmio nasce dal confronto

Per riuscire a risparmiare in bolletta, il primo consiglio non può che essere quello di trovare offerte migliori rispetto a quello attive per la fornitura di energia, gas e telefono.

Ad esempio, ai clienti che si trovano ancora in regime di tutela per il servizio di fornitura luce e gas, consigliamo di anticipare il passaggio al mercato libero, che in ogni caso sarà forzato a luglio 2020. In un mercato di libera concorrenza si potrà più agevolmente trovare la tariffa che meglio si adatti ai propri bisogni. Se da un lato l’ampio panorama di offerte permette una possibilità di scelta più ampia, esattamente come accade per il mercato delle telecomunicazioni in cui ogni provider propone diverse tariffe ognuna caratterizzata da condizioni economiche diverse, ciò rende più complicata per l’utente la valutazione  e selezione di nuove offerte per i servizi domestici. Il modo migliore per non rischiare di sbagliare in questi casi, è il confronto delle offerte. Tale servizio è offerto dai comparatori online, ossia servizi gratuiti e senza obbligo di acquisto, che comparano al posto del cliente le migliori offerte sottoscrivibili. I maggiori siti di confronto, come ad esempio ComparaSemplice.it, sono sicuri e aggiornati anche grazie al controllo da parte degli stessi fornitori e danno la possibilità di valutare i costi di tutti i servizi domestici e cogliere al volo importanti promozioni che permettono di ottenere un ottimo risparmio.

Dopo l’attivazione dell’offerta, non perdete di vista il mercato

Spesso, i servizi di fornitura di energia elettrica, metano e telefono, passato un certo lasso di tempo della sottoscrizione del contratto (di solito 12 mesi luce e gas e 24 mesi per adsl), potrebbero riformulare il prezzo. Non sempre la riformulazione dei costi da parte dei fornitori rimane conveniente per il cliente. Il consiglio è, dunque, quello di rivalutare il contratto con il proprio gestore ogni anno, in particolar modo se al momento della stipula del contratto è stato specificato che il prezzo previsto dall’offerta era in promozione.

Conoscere il proprio stile di consumo

Conoscere le proprie esigenze per quanto riguarda le utenze di casa può davvero fare la differenza sul bilancio familiare. In particolar modo, per quanto riguarda la luce, quando si procede con la sottoscrizione di una nuova offerta si ha la possibilità di scegliere una tariffazione che prevede un unico prezzo uguale per tutte le ore e i giorni della settimana (tariffa monoraria), o diversi costi che, invece, dipendono dal momento e dal particolare giorno della settimana in cui si fa uso dell’energia (tariffa bioraria).

Per quanto riguarda il telefono, se non si hanno grandi esigenze di avere un telefono fisso in casa e una connessione potente, una delle soluzioni per risparmiare potrebbe essere quella di farne a meno e sostituire la linea fissa con una buona offerta mobile. Con la nascita degli operatori cosiddetti “lowcost”, le offerte sono aumentate e i costi per il mobile sono diventati sempre più accattivanti. Con una sola tariffa si possono ottenere tanti Giga di traffico dati e minuti illimitati, a poco prezzo.

Ottimizzare i consumi: come fare?

Anche se non si può pensare di tagliare le bollette ricordandosi solo di spegnere le luci, qualche piccola accortezza circa l’uso degli elettrodomestici, in particolare di quelli più onerosi in termini di energia come la lavatrice, la lavastoviglie e il condizionatore d’aria, consentono di ridurre la componente a consumo della bolletta della luce.

Per chi ha in casa elettrodomestici datati, inoltre, la scelta di passare a modelli di nuova generazione a basso consumo, può essere un ottimo investimento che si noterà già dalla prima bolletta. Tra l’altro, coloro l’acquisto di apparecchi a altra efficienza energetica permette di ottenere un bonus fiscale con detrazioni Irpef.