La presidente della Commissione Antimafia, Rosy Bindi è tornata a riferire, nella seduta dello scorso 8 giugno, sul caso dello scioglimento del Comune di Castelvetrano, facendo alcuni nomi che sarebbero legati alla decisione di interrompere le elezioni.

La seduta in Commissione plenaria, avvenuta subito dopo la riunione del Consiglio dei Ministri, è dedicata alle risultanze degli approfondimenti dedicati alle elezioni amministrative. Rimane inteso, che per le motivazioni dello scioglimento bisogna attendere il decreto firmato dal Presidente della Repubblica, previsto per i prossimi giorni.