Oggi il marchio Audi è noto in tutto il mondo, ma sono poche le persone che ne conoscono le vicende a partire dalla sua nascita: la storia del marchio dei Quattro Anelli è infatti costellata di passaggi di proprietà, fino alla definitiva acquisizione da parte della Volkswagen.

Quando nasce la storia della Audi? Nel lontano 1909, per mano del tedesco August Horch: dopo aver fondato una casa automobilistica col suo nome, in seguito ne venne estromesso per via della sua continua voglia di innovare e di guardare al futuro. Dopo esser stato allontanato dalla dirigenza, Horch cercò di continuare ad usare il proprio marchio ma perse la causa intentata contro il consiglio di amministrazione, e si trovò costretto a trovare una soluzione. Da qui venne nacque il brand Audi, oggi riconosciuto in tutto il mondo con il suo logo con quattro anelli. Poi vennero i successi nel mondo delle corse, tra rally e la 24 Ore di Le Mans. Sono stati diversi i modelli di Audi passati alla storia: fra questi troviamo anche l’innovativa A3.

La nascita dell’Audi A3 e i vari modelli

L’Audi A3 rappresenta uno dei maggiori vanti della casa automobilistica tedesca: il primo modello venne prodotto nel 1996, e a distanza di 22 anni continua a garantire un grande numero di vendite alla Audi. Naturalmente nel corso del tempo il modello originale è stato rivisto e aggiornato, in linea con le evoluzioni volute dal cambiamento dei tempi e dalle nuove tecnologie.

La seconda generazione di questo modello portò poi una grande novità nel mondo dell’automotive: fu qui che venne introdotto il primo cambio automatico a doppia frizione della storia. Una rivoluzione che è andata incontro ad un forte consolidamento, al punto da essere oggi presente in quasi tutti i modelli Audi. Altre innovazioni tecnologiche introdotte nel tempo furono i fari LED, insieme ai vari elementi hi-tech come gli assistenti alla guida e il sistema detto “Traffic Jam”.

L’ultimo modello dell’Audi A3 e le varie versioni

La terza generazione della Audi A3 ha visto la luce nel 2012: la presentazione a Monaco ha infatti svelato tutte le grandi caratteristiche di questo modello. L’ultimo restyling risale ad aprile 2016 e leggendo la scheda tecnica dell’A3, si notano subito alcune specifiche davvero interessanti: si parla ad esempio di un motore come il benzina 1.0 da 116 cavalli con tre cilindri TFSI, fino ad arrivare alla versione 2.0 da 190 cavalli (o alla versione sportiva RS3 da 400 cavalli). In questa ultima versione troviamo delle nuove linee esterne della vettura, decisamente più in linea con il mercato attuale: il design è particolarmente dinamico e aggressivo, ma anche elegante. Il tutto senza comunque rompere i ponti con le tradizioni, vista l’aderenza del design della nuova A3 alle ultime vetture di casa Audi. Da sottolineare poi la presenza di altre versioni alternative, come quella elettrica e a gas metano, la e-tron sportback e la g-tron. L’A3 non è una semplice vettura, ma è un’occasione per riscoprire tutto il piacere di mettersi alla guida, grazie all’inconfondibile dna Audi.