ASCOLTA L'ARTICOLO

A partire dal 21 marzo 2022, data dell’arrivo della scuola Capuana-Pardo in Turchia, si sono susseguite tante attività ricche d’interesse e volte ad intensificare lo spirito che anima l’Erasmus, il dialogo tra culture diverse. I team coinvolti nel progetto “A plural and enriching community” (Spagna- IES Alpujarra, Portogallo- Escola Secundaria do Cartaxo, Turchia-Osman Anadolu Lisesi) si sono rincontrati in Turchia a İzmit – Kocaeli presso la scuola 75.YIL CUMHURİYET ORTAOKOKULU accolti dal dirigente Tamer TERZİ. Per l’Italia erano presenti l’alunno della classe 3D della scuola secondaria “Pardo” di Castelvetrano, Gaetano Oddo, e le docenti Ragolia Anna Chiara e Sciuto Paola. Dal 21 al 23 marzo si sono susseguite attività didattiche e culturali di grande rilievo: sono stati presentati canti e balli tradizionali, si sono svolte attività sportive nel campetto all’esterno della scuola, si è svolta un’attività ludica “telefono senza fili” in cui sono state trasmesse parole nelle rispettive lingue dei team e dei rifugiati nei vari paesi, si è tenuto un laboratorio per la creazione di bracciali Marteniçka e si è fatta visita al museo della scienza di İzmit, SEKA MUSEUM, collocato nella vecchia cartiera della città. Il 23 marzo, mercoledì, di sera a fine cena sono stati distribuiti i certificati di partecipazione alla mobilità. Giovedì, 24 marzo 2022, è iniziato il viaggio verso İstanbul. I team hanno incontrato l’eccellente guida che ha illustrato la zona dell’ippodromo, Aya Sofya, il palazzo di Topkapı, il Gran Bazaar, il museo archeologico nazionale. La settimana con i team turchi si è conclusa giovedì, 24 marzo, a cena su una barca che viaggiava lungo il Bosforo: sono stati presentati balli tradizionali in un’atmosfera che ricordava le fiabe e che ci ha divertiti e convinti di quanto questo paese e la sua gente siano eccezionali. Il giorno successivo,25 marzo, il team spagnolo, italiano e portoghese si sono salutati e dati un arrivederci: al massimo l’entusiasmo di tutti I partecipanti !

IC Capuana Pardo-Tiziana Seidita

AUTORE.