ASCOLTA L'ARTICOLO

Da oggi, mercoledì 7 settembre, apre le porte un nuovo supermercato Conad a Castelvetrano in una delle principali arterie di collegamento della città, via Giovanni Gentile, in un’area riqualificata grazie alle opere realizzate da Conad. Si tratta di un’importante occasione per dare decoro a un’area da tempo abbandonata con benefici anche sotto il profilo urbanistico e occupazionale.

Il punto vendita, a insegna Conad, ha una superficie di 850 metri quadri di vendita e impiega 15 persone. Può contare su un ampio parcheggio con area gioco bimbi dedicata e su un ampio e completo assortimento di prodotti e servizi, inclusa la macelleria servita con lavorazione tradizionale. In perfetto stile Conad, massima cura è dedicata ai prodotti freschi e grande attenzione alle referenze del territorio locale, in particolare per l’ortofrutta, ma anche per la salumeria, le carni e i formaggi.

«Questo nuovo punto vendita rappresenta un’attenzione per il territorio e conferma la nostra precisa volontà di continuare a fare sviluppo sano e ad investire nella nostra terra” — dichiara Francesco Messina, amministratore unico della società Comediterraneo srl a cui fa capo il nuovo punto vendita. Gli affezionati clienti Conad potranno continuare a contare sull’attenzione al cliente, alla qualità e alla freschezza dei prodotti, in un ambiente ancora più accogliente e comodo, con la sicurezza di trovare sempre la convenienza quotidiana e i servizi esclusivi di Conad.

Alla cerimonia di inaugurazione di ieri sera hanno preso parte anche il sindaco di Castelvetrano, Enzo Alfano, il presidente del Consiglio Comunale, Patrick Cirrincione, gli assessori Filippo Foscari e Grazia Zizzo ed il sindaco della vicina città di Partanna, Nicola Catania. Il nuovo supermercato si trova in un arteria favorevole anche per l’utenza di tutta la Valle del Belìce. Durante la cerimonia, prima della benedizione da parte di Don Giacomo Putaggio, il presidente Francesco Messina ha ricevuto una targa dalla locale sezione Associazione Nazionale della Polizia di Stato quale “esempio di onestà, rispetto delle istituzioni e paladino di legalità”.

AUTORE.