foto d'archivio

foto d’archivio

Sarebbero due palermitani, arrestati mercoledì scorso dagli agenti del Commissariato di Polizia di Mazara del Vallo, i malviventi che avrebbero rapinato il 7 settembre 2012 la banca Unicredit di via Salemi, a Mazara del Vallo e il 2 ottobre dello stesso anno il Banco popolare siciliano del viale Roma, a Castelvetrano.

In manette sono finiti Giuseppe La Vattiata, di 25 anni e Salvatore Balsameli, di 24 anni. Alla loro individuazione i poliziotti della Squadra investigativa, coordinati dal dirigente del Commissariato, Carlo Nicotri, sono arrivati attraverso una complessa indagine nell’ambito della quale nel corso di questi due anni oltre che delle dichiarazioni dei testimoni che hanno assistito ai «colpi» si sono avvalsi delle riprese dei sistemi di videosorveglianza dei due istituti di credito presi di mira. I rapinatori ripresi dalle telecamere, inoltre, sono stati confrontati con quelli registrati dai sistemi di videosorveglianza di altre banche rapinante in Sicilia.

La Vattiata e Balsameli erano stati già arrestati dalla polizia di Caltanissetta perchè ritenuti gli autori anche di un’altra rapina, quella effettuata alla banca del Credito siciliano del capoluogo nisseno. La comparazione antropometrica tra le figure riprese dal sistema di videosorveglianza durante la rapina svolta a Mazara e quella commessa a Caltanissetta per i poliziotti mazaresi, che ieri hanno notificato ai due palermitani i provvedimenti restrittivi, non ha dato adito a dubbi circa l’identità dei rapinatori.

Margherita Leggio
per La Sicilia