Il segretario generale della Uil Fpl Trapani Giorgio Macaddino scrive alla commissione straordinaria del comune di Castelvetrano per fare appello affinché possa essere scongiurato il pericolo di dissesto finanziario dell’ente.

“Avendo avuto modo di apprendere – spiega – in occasione del recente confronto per l’organizzazione della polizia municipale che la situazione economica del comune di Castelvetrano, così come da diversi anni oramai conosciamo, non navighi in buone acque e che in atto è probabile che ulteriori peggioramenti dell’ultimo periodo potrebbero determinare le condizioni del mancato rispetto di alcuni parametri di deficit strutturale, chiediamo sin da adesso l’opportunità di percorrere quanto previsto dal DL 174 del 2012 ed in particolare l’Art 3 comma 1 lettera r, opportunamente varato dal legislatore per i comuni in crisi, introducendo l’Art 243 bis ter e quater, con la nuova procedura del riequilibrio finanziario pluriennale”.

Macaddino mette poi in evidenza come “una eventuale dichiarazione di dissesto comporterebbe oltre che l’aumento automatico fino alla massima capacità di tutte le misure di tassazione previste, l’immediata fuoriuscita della condizione di contrattualizzati di tutti i lavoratori a tempo determinato, il che determinerebbe un trauma sociale di enormi proporzioni che coinvolgerebbe circa 250 famiglie castelvetranesi. Oggi, paradossalmente, come organizzazione sindacale temiamo più un eventuale dissesto che il mancato pagamento della mensilità di Novembre”.

“Alla commissione tutta – conclude – rivolgiamo l’appello istituzionale affinché possa adottare atti di alta amministrazione per scongiurare tale gravissimo epilogo. Confidiamo pertanto nei poteri che la legge consente di approntare misure che scongiurino anche la prima fase di intervento, cosiddetta di pre – dissesto, nel caso di mancato raggiungimento dei parametri sugli equilibri di bilancio. Confidiamo in un pronto riscontro al presente appello”.