Domenica 28 aprile, gli elettori castelvetranesi hanno espresso la loro volontà scegliendo i propri rappresentanti al Consiglio comunale. Resta da eleggere il Sindaco che guiderà l’amministrazione della Città per i prossimi cinque anni nel turno di ballottaggio del prossimo 12 maggio perché Castelvetrano torni alla democrazia compiuta. E’ stata finora una competizione corretta e rispettosa degli avversari in cui la nostra Comunità ha dato prova di grande maturità democratica.

Convinti che la competizione elettorale sia una vera e propria “festa della democrazia” basata sulla massima espressione della volontà popolare, CASTELVETRANO AVVENIRE vuole manifestare il proprio compiacimento per il cammino intrapreso perché la nostra Città possa avviarsi ad affrontare e risolvere le problematiche che la mortificano e torni al più presto ad essere riferimento della Valle del Belice, orgogliosi del patrimonio culturale, storico e sociale che ci contraddistingue e che questo possa dare come frutto il vero “Avvenire” della nuova classe dirigente.

CASTELVETRANO AVVENIRE non pretende di esserci a tutti i costi ma di esserci nel modo e nel contesto adeguato per potersi esprimere al meglio e rappresentare le legittime istanze dei cittadini ritenendo che la Città si possa “servire” in tanti modi utili ed efficaci. Daremo il nostro contributo al territorio con azioni tangibili.

Particolare apprezzamento e ringraziamento va da parte nostra ai candidati Giuseppe Curiale e Gian Calogero Etiopia, della lista elettorale Obiettivo Città, i quali, comunque vada e senza alcuna sollecitazione, hanno dichiarato di aderire, in maniera libera e disinteressata, ai valori e al progetto civico di CASTELVETRANO AVVENIRE, condividendone gli ideali.

Comunicato stampa del Direttivo di CASTELVETRANO AVVENIRE.