Paesaggio e territorio sono elementi che costituiscono il patrimonio e lo spazio di vita di una comunità, determinandone le condizioni di vivibilità nel presente e nel futuro. Promuovere lo studio del territorio e fare acquisire consapevolezza del suo valore è uno dei compiti principali della società; diventa fondamentale, quindi, all’interno del sistema educativo, dare spazio a percorsi formativi che possano sviluppare nei giovani la conoscenza del proprio ambiente ed il rispetto e la cura di esso.

Sulla base di tali principi è nato un percorso didattico trasversale, denominato “Arte e Cultura del mio territorio”, che ha visto coinvolti gli alunni di tutte le classi quinte del 2° Circolo Didattico “Ruggero Settimo” di Castelvetrano.
Le attività realizzate hanno contribuito a far maturare nei ragazzi il senso civico e la capacità di cittadinanza attiva; conoscere la storia, il patrimonio artistico e le tradizioni culturali della propria terra ha sicuramente rafforzato il concetto di identità ed ha favorito la maturazione di un atteggiamento di tutela e di valorizzazione del territorio.

La manifestazione finale di tale percorso, che si inserisce nell’ambito della ricorrenza del 15 maggio della Festa dell’Autonomia Siciliana, si è svolta il 13 Maggio, sulla piattaforma GoToMeeting, ed ha visto la gradita partecipazione dell’architetto Angelo Curti Giardina, storico e studioso dell’architettura siciliana.
Gli alunni hanno utilizzato varie forme di espressione: video, cartelloni, riproduzioni di siti monumentali ed archeologici attraverso la realizzazione di plastici.
Da piccoli ciceroni i ragazzi hanno accompagnato tutti in un viaggio verso la scoperta dei saperi e dei sapori della Sicilia e di Castelvetrano in particolare, offrendo una sapiente esposizione della storia e delle caratteristiche di importanti siti quali il Parco archeologico di Selinunte, la Chiesa di San Domenico, la Chiesa della S.S. Trinità di Delia, il Teatro Selinus, il Palazzo Pignatelli, la Chiesa Madre, la Chiesa del Purgatorio e la Fontana della Ninfa.
Ampio spazio è stato dedicato alla valorizzazione di tradizioni locali quali l’Aurora ed il Corteo storico di Santa Rita, mettendo in risalto, altresì, la grande varietà e qualità di prodotti enogastronomici di cui vanta la Sicilia ed in particolare l’eccellenza come il Pane Nero di Castelvetrano.
L’arch. Angelo Curti Giardina ha espresso parole di apprezzamento nei confronti dei lavori realizzati dagli alunni, sottolineando di aver ammirato la proprietà di linguaggio usata, il grande impegno e la pienezza d’informazioni con cui sono stati esposti i vari argomenti trattati.
Nell’odierno contesto sociale, fatto sempre più di relazioni virtuali e di dipendenza dai social network, l’architetto ha manifestato gradimento verso le ricerche storiche effettuate dai ragazzi, raccomandando loro di diventare abituali frequentatori di biblioteche, ponendo l’accento proprio sull’importanza dello studio sui libri, quali veicoli di cultura e valori.
La Dirigente Scolastica, Maria Luisa Simanella, si è complimentata con gli alunni e gli insegnanti per il sapiente lavoro svolto e per la scelta del percorso formativo che ha promosso il concetto di territorio come “bene pubblico”, cioè una ricchezza da conoscere, proteggere e valorizzare come investimento anche per il futuro, poiché è proprio nella specificità del territorio e delle relazioni tra chi lo abita che può trovare una sintesi coerente ed efficace l’educazione alla cittadinanza, alla sostenibilità ed alla multiculturalità.

L’ Insegnante Referente del Progetto
Anna Maria La Rocca