Incontro di lettura, ascolto e scrittura creativa con la scrittrice Anna Antonini.
In occasione della presentazione della XXII edizione del Concorso Nazionale Miglior Lettore, gli alunni dell’istituto Capuana-Pardo incontrano la scrittrice Anna Antonini.

Il concorso, nato per promuovere il piacere della lettura, stimolando la creatività, la fantasia e le capacità linguistiche, ha quest’anno come tema la sicilianità, affrontata nei suoi più vari aspetti .

La scuola, in funzione di questo obiettivo, promuove il piacere di ascoltare le voci dei più autorevoli scrittori e poeti siciliani e di incontrali per poter apprezzare da vicino i loro racconti e loro storie.

L’evento ha avuto luogo mercoledì 11 dicembre 2019 nell’Aula Magna della scuola secondaria di primo grado “Pardo” è stato aperto dall’esibizione del Coro della scuola diretto dal prof. Rosario Guzzo.

Ospiti d’onore gli alunni delle classi quinte dell’Istituto Radice-Pappalardo di Castelvetrano.
Tema dell’incontro, il rapporto tra “oggi” e “ieri” attraverso i racconti della scrittrice che ripercorre gli anni della sua infanzia con un continuo richiamo alla contemporaneità. “ I Giorni sono stanze di cristallo” è uno dei libri presentati dall’autrice il cui tema sono i ricordi che hanno il potere di “ridare vita”. In tal senso, tramite il racconto e la lettura, anche i più giovani possono impossessarsi del proprio patrimonio.
L’incontro è stato caratterizzato da un’atmosfera di familiarità e un clima di stretta connessione tra generazioni, unite dal filo della narrazione che ha il potere di collegare passato e presente, cullare gli animi degli adulti nel ricordo e al tempo stesso suscitare curiosità e stupore nei più giovani.

Tutti gli alunni delle classi quinte dell’istituto, dopo avere ascoltato le parole della scrittrice Antonini, si sono lasciati piacevolmente coinvolgere nella lettura .
Di seguito, un laboratorio di scrittura ha permesso agli alunni di esprimersi riguardo il loro punto di vista nei confronti dei testi : perché si legge? Cosa si trova nella lettura ? Perché si scrive? Queste ed altre domande, con stimoli guida adeguati, hanno condotto gli alunni ad una riflessione meta- cognitiva che la scuola, in ogni occasione, ha il compito di promuovere.

Addetto stampa Tiziana Seidita
I.C Capuana-Pardo