Pubblichiamo di seguito la lettera di una donna di Castelvetrano che desidera pubblicamente ringraziare il Direttore Sanitario dell’ASP di Castelvetrano, l’Equipe medica del reparto di Chirurgia Generale ed il T. D. M. di Castelvetrano in seguito all’esperienza avuta presso l’ospedale “Vittorio Emanuele II”

Le scrivo, spinta da un sincero e profondo sentimento di gratitudine, in un momento storico in cui troppo spesso si sente parlare di malasanità in Italia, poichè ho potuto constatare l’elevato livello di competenze professionali della struttura sanitaria pubblica di Castelvetrano.

Desidero esprimere a nome mio e della mia famiglia un ringraziamento di cuore all’equipe medica di eccellenza umana e professionale del reparto di Chirurgia Generale diretto dal dott. Aurelio Antonio Cangemi e all’equipe medica (Dott. N. Miceli, Dott. A. Tavormina, Dott. L. Gandolfo, Dott. G. Furgiuele, Dott. A. Traficante, Dott.ssa P. Acquaro, Dott. G. Licari).

Circa quattro mesi fa, mio marito G. Fundaro’ e’ stato sottoposto, in condizioni di urgenza, ad un intervento chirurgico complesso e di altissimo livello, eseguito di notte, dal dott. Cangemi e dalla sua equipe, la dott.ssa Acquaro e il dott. Tavormina, gli anestesisti e naturalmente il personale infermieristico. E’stato un intervento lungo e invasivo ma che gli ha salvato la vita.

E’stato quindi trasferito in Rianimazione per cinque giorni e la situazione era molto critica. Dopo sei giorni dal primo intervento, appena uscito dalla rianimazione, mio marito e’ stato sottoposto ad un nuovo intervento, a causa di intervenute complicazioni, eseguito sempre dal dott. Cangemi e dall’equipe, tra cui il dott. Traficante . Il decorso post operatorio e’ stato lungo e pieno di difficoltà. Fortunatamente, oggi, possiamo dire che il peggio è passato, grazie al tipo di intervento chirurgico radicale.

Il mio vivo ringraziamento va anche allo staff infermieristico, al reparto di Rianimazione e a tutti gli operatori che si sono presi cura di mio marito, per l’assistenza e l’umanità dimostrata sia nei suoi confronti, sia verso noi familiari.

Dobbiamo essere orgogliosi dell’eccellenza nel nostro territorio. Grazie di cuore. Cordiali saluti.

Castelvetrano 27/10/2017